US Open, risultati 9 settembre. Federer sfida l’amico Wawrinka per un posto in finale

Pubblicato il autore: Valerio Nisi Segui

federer e wawrinka

US OPEN – Amici, colleghi, compagni e connazionali. E per la 20esima volta avversari. Le partite giocate nella notte a Flushing Meadows hanno decretato le due semifinali degli Us Open. Roger Federer troverà sul cammino verso la finale dello Slam il suo amico Stan Wawrinka, in un derby tutto svizzero. Dall’altra parte invece sarà sfida balcanica. Il campione in carica Marin Cilic dovrà vedersela con l’osso più duro, il numero uno Novak Djokovic, in una sfida Croazia-Serbia.

HOPP SCHWIIZ – I due svizzeri arrivano in semifinale senza faticare più di tanto contro i rispettivi avversari. Wawrinka si è liberato con un secco 3-0 (6-4, 6-4, 6-0) del sudafricano Kevin Anderson. Il numero 5 al mondo gioca bene, è preciso. Il match è una gara a chi tira più forte, Anderson tira sassate ma Stan spara vere e proprie fucilate, e tutte precise. Difficile per il sudafricano rimanere in gara, e sembra capirlo da subito. Persi i primi due set poi, Anderson torna in campo demoralizzato, forte solo dei missili sul servizio che comunque non bastano a battere questo Wawrinka. La terza e ultima frazione di gioco è un’esibizione svizzera, 6-0 e Anderson saluta gli Us Open, reduce comunque da un ottimo torneo. Con questa vittoria invece Wawrinka stacca il biglietto per il Barclays ATP World Tour Finals, il prestigioso torneo che si disputerà come di consueto a Londra fra gli otto giocatori più forti, dal prossimo 15 novembre. Per Wawrinka è la terza qualificazione consecutiva e al momento raggiunge Federer, Djokovic e Murray già certi di un posto nella capitale inglese. I soliti noti insomma.

Anche Roger Federer non fa in tempo ad entrare in campo contro Richard Gasquet che già ci fa capire che partita sarà, senza storia. Mai in discussione, lo svizzero numero 2 al mondo schianta il francese con un 6-3, 6-3, 6-1 in appena 1 ora e 27 minuti di gioco. La vittoria agli Us Open è la 14esima di Federer su Gasquet, su 17 gare disputate. Il bilancio sul cemento è assolutamente disastroso per il francese. Roger infatti conduce 9 su 9. Più o meno la stessa statistica accomuna Gasquet al prossimo avversario di Federer, Wawrinka appunto. Su 19 match disputati Roger ha vinto ben 16 volte, ma sul cemento non c’è partita. 11 su 11 per lo svizzero numero 1. La sensazione è che per lo svizzero numero 2 ci voglia un miracolo. Certo è che l’ultimo incontro disputato tra i due, al Roland Garros, ha visto proprio Wawrinka venir fuori dal campo col pugnetto alzato, e Federer lo ricorda bene: “Ha giocato un match straordinario al Roland Garros – dice Federer a fine gara – è cresciuto tanto e non potrei essere più felice di giocare con lui qui. Due svizzeri in semifinale degli Us Open è una cosa bellissima per entrambi, ma adesso devo concentrarmi per fare di tutto per batterlo“. Ultimo dato, che dà ancora più risalto, se mai ce ne fosse bisogno, alla carriera eccezionale di Roger Federer. Quella che venerdì giocherà contro Wawrinka sarà la semifinale numero 38 di un major. 38. Punto.

 

 

  •   
  •  
  •  
  •