US Open: Roberta Vinci supera anche la Mladenovic, è semifinale!

Pubblicato il autore: Matteo Agostini Segui

us open vinci
Roberta Vinci fa l’impresa e centra una semifinale storica a Flushing Meadows, suo miglior risultato in carriera negli Slam.
A fare le spese dell’exploit della tennista tarantina è stata la francese Kristina Mladenovic, n. 40 del mondo, sconfitta in tre set (6-3, 5-7, 6-4) dopo una battaglia di 2 ore e 32 minuti. Prova superata soprattutto con la maturità e l’esperienza dalla nostra giocatrice (10 anni in più dell’avversaria), che non ha saputo capitalizzare il set di vantaggio ma che alla fine ha saputo spuntarla nei momenti decisivi del terzo parziale. Praticamente ineccepibile da parte sua il primo set: salita subito 3-0, Roberta ha chiuso sul 6-3 in meno di mezz’ora. Molto altalenante invece l’andamento del secondo: dopo aver salvato ben 6 palle break nel secondo game, la Vinci ha strappato il servizio alla francese ma ha visto subito vanificato il suo vantaggio, subendo il controbreak a zero. Due game più avanti, stesso copione a parti invertite: break della Mladenovic sul 3-2 in suo favore, immediatamente restituito dalla Vinci. Il passaggio chiave del set è stato nel nono gioco, quando la tarantina ha avuto a disposizione due palle break per andare così a servire per il match sul 5-4: la francese le ha annullate, chiedendo poi un medical time out, evidentemente per spezzare il gioco e mettere in difficoltà la Vinci. Sul 5-5, arrivava così il break decisivo per la Mladenovic, che si rimetteva in parità. Per Roberta, tutto da rifare.
L’inerzia del terzo parziale sembrava così favorevole alla più giovane francese, che ha tenuto i primi tre turni di battuta senza sforzo, costringendo invece la Vinci ad annullare tre palle break. Invece, sul 3-3 è arrivato lo strappo decisivo da parte dell’italiana, che ha ottenuto il break dopo cinque tentativi. Nonostante una nuova chiamata medica dell’avversaria, Roberta ha mantenuto il vantaggio chiudendo sul 6-4, al secondo match point.
Il risultato è già di per sé straordinario, e dà seguito a quelli di Sara Errani e Flavia Pennetta (semifinaliste qui rispettivamente nel 2012 e nel 2013). Ora il prossimo ostacolo sarà durissimo e comunque vada si chiamerà Williams: Roberta attende infatti la vincente del derby tra le due sorelle, 8 titoli in due a Flushing Meadows.

  •   
  •  
  •  
  •