Atp Kuala Lumpur: la finale è tutta spagnola Ferrer Feliciano Lopez

Pubblicato il autore: Dario D'Auriente Segui

Atp Kuala LumpurATP KUALA LUMPUR – Si sono appena concluse le semifinali del torneo Atp Kuala Lumpur. L’esito parla spagnolo. Saranno infatti David Ferrer e Feliciano Lopez, rispettivamente n. 1 e n. 2 del seeding, a scontrarsi per decidere chi sarà il re dell’edizione 2015 del torneo malese. Dunque fin qui pronostici rispettati, anche se in due modi completamente differenti. Il primo incontro di giornata era quello tra Lopez e Nick Kyrgios, la sfida più in equilibrio, almeno sulla carta. Ad imporsi è stato il n. 17 del mondo, che l’ha spuntata con un doppio 7-6. Sono stati dunque decisivi due tie break. Nel primo set partenza lenta per entrambi al servizio, con break e controbreak dell’incontro. Poi la battuta l’ha fatta da padrone fino all’esito finale della sfida, con una sola palla break concessa da Kyrgios, di nuovo in apertura del secondo parziale, ma salvata dall’australiano. La differenza, come detto, l’hanno fatta dunque i due tie break, dove Feliciano Lopez è sempre stato in vantaggio, facendo valere la sua maggiore esperienza e la sua miglior classe sotto rete.

Leggi anche:  ATP Finals 2020, dove vedere la finale Medvedev-Thiem: diretta tv e streaming gratis

ATP KUALA LUMPUR – Nell’altra semifinale ha avuto bisogno del terzo set Ferrer per superare la sorpresa del torneo, Benjamin Becker, che si è arreso 3-6 6-2 6-4. Vittoria in rimonta dunque dell’iberico, ma molto sudata. Partenza ad handicap infatti per il n. 7 del ranking Atp, che ha pagato la straordinaria condizione psicofisica del tedesco in questa settimana. E così Ferrer, dopo aver salvato ben 4 break point nell’arco della prima frazione, è capitolato alla quinta concessa nel settimo gioco, dopo però non aver trasformato a sua volta due palle break nel game precedente. Sul 3-5 e chiamato a servire per allungare il set, poi, lo spagnolo ha ceduto ancora una volta la battuta (a 15), lasciando il primo parziale per 6-3 a Becker. Che però ha iniziato malissimo il secondo set, cedendo subito il servizio e dando il via alla rimonta di Ferrer, che dopo aver evitato due palle del controbreak nel quarto gioco, in quello successivo ha breakkato a 0 l’avversario di fatto mettendo in cascina il set. Nel terzo e decisivo parziale, poi, è stata vera e propria battaglia, come spesso capita quando c’è in campo l’iberico, che mai lascia nulla al caso e che è tennista forse non dai colpi straordinari, ma sempre sul pezzo e che non si batte mai da solo. Becker, forse anche stanco per l’insolita cavalcata, ha sofferto e ha provato a resistere al ritorno di Ferrer, bravo però a sfruttare l’unica occasione concessa dal tedesco, nel quinto game. Nel totale Becker, invece, ha avuto 5 palle break per rientrare in partita, ma non è riuscito a finalizzarne nemmeno una, finendo per perdere l’incontro.

  •   
  •  
  •  
  •