ATP Shenzhen: primo squillo 2015 di Berdych! Garcia Lopez k.o.

Pubblicato il autore: Salvatore Balistreri Segui

atp shenzen

ATP SHENZHEN – Ha dovuto aspettare il 5 ottobre ma alla fine ce l’ha fatta. Tomas Berdych è riuscito a portare a casa il primo titolo della stagione, valevole anche come l’undicesimo della carriera. Il ceco, infatti, ha battuto lo spagnolo Garcia-Lopez per 2-0 nella finale dell’ATP Shenzhen 2015, potendo cosi vendicare le tre finali perse quest’anno (con Ferrer a Doha, con Wawrinka a Rotterdam e con Djokovic a Montecarlo).

ATP SHENZHEN, PRIMO SET – Nel primo parziale Berdych dimostra subito di non voler regalare nulla al suo avversario, comunque bravo a tenere il campo, e in un men che non si dica vola sul 4-1 grazie al break conquistato nel quarto gioco e a un servizio quest’oggi rivelatosi un’arma molto affidabile. Garcia-Lopez, dal canto suo, ha cercato di fare il possibile per rimanere in partita, riuscendo persino a salvare tre palle break nel sesto game con la speranza di potersi conquistare la possibilità di far male al suo avversario in risposta. Ma Berdych in battuta è un rullo compressore e il primo set si conclude in cinquanta minuti con il punteggio di 6-3.

ATP SHENZHEN, SECONDO SET – Molto più combattuta la seconda parte della partita, con Berdych che accusa un calo e Garcia-Lopez sempre reattivo e pronto ad approfittarne. Almeno a inizio secondo set, infatti, il servizio del ceco attraversa un momento buio e lo spagnolo, grazie alla grande aggressività e a un rovescio sempre molto efficace e bello a vedersi, ne trae profitto recuperando da 40-15 nel secondo game e portando a casa il break che gli permette di condurre anche per 3-0. Ma quello di Berdych è stato semplicemente un piccolo passaggio a vuoto, e lo dimostra la reazione da grande campione del ceco, che capisce di dover tornare subito in partita per evitare complicazioni. In un baleno, infatti, recupera il break di svantaggio e riporta il parziale set sul 3-3. Da questo momento in poi l’incontro vive una fase di grande equilibrio, con i due giocatori molto solidi al servizio. Il risultato, inevitabile, di questo equilibrio è il tie-break. Un tie-break vissuto al cardiopalma, con moltissimi mini-break sia da una parte che dall’altra. Comincia alla grande Berdych, che si issa sul 3-1 prima di ricevere due superbi punti (uno in risposta) dello spagnolo, il quale riporta il tutto sul 3-3. Sul 5-5, il numero 26 del mondo spinge molto costringendo Berdych all’errore che vale un set point. Set point immediatamente annullato con una grande giocata da fondocampo, che permette al ceco di aprirsi il campo e chiudere con lo smash. L’iberico patisce il colpo e commette un doppio fallo regalando la possibilità a Berdych di andare a servire per il match. Ma il numero 5 non concretizza regalando letteralmente il punto a Lopez con un brutto errore di dritto. Dritto che però si riscatta alla grande subito dopo, con due punti decisivi che valgono il primo successo 2015 del tennista ceco. Peccato per un comunque ottimo Garcia-Lopez, che ricorderà il 2015 soprattutto per i successi ottenuti a Bucarest e Zagabria.

  •   
  •  
  •  
  •