Tennis scommesse: condannato Bracciali. Assolto Starace

Pubblicato il autore: Dario D'Auriente Segui

Tennis scommesseTENNIS SCOMMESSE – Dopo il tanto parlare delle ultime settimane, sono finalmente arrivate le sentenze sul tennis scommesse. Il tribunale della Corte d’Appello della Federazione Italiana Tennis ha condannato, in appello, Daniele Bracciali ad 1 anno per aver alterato i risultati di alcuni incontri del circuito per aumentare i suoi guadagni attraverso scommesse sportive. Assolto invece Potito Starace, l’altro azzurro invischiato nella vicenda, a cui è stata quindi anche revocata del tutto la radiazione che lo ha tenuto lontano dai campi. Per Bracciali, invece, ridotta anche la multa per pena accessoria da 40mila a 20.000 euro. Adesso si attendono le motivazioni della corte d’appello FIT.

Ricordiamo che nel primo grado di giudizio, agosto 2015, entrambi i tennisti erano stati ritenuti colpevoli di illecito sportivo ed erano stati radiati per il caso tennis scommesse. Per questo avevano deciso di fare ricorso. Accolto dunque solo quello di Potito Starace, che finalmente potrà togliere dalla sua carriera l’onta dell’antisportività e tornare a giocare da subito. 34 anni, il campano è stato anche n. 27 del ranking Atp e per anni ha conteso a Filippo Volandri il ruolo di migliore d’Italia. Per Bracciali, best ranking alla posizione n. 49, praticamente uno sconto importante di pena, ma la sensazione è che a 37 anni sarà difficile accettare la situazione e continuare ad allenarsi per tornare competitivo praticamente nella seconda metà del 2016.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Tennis, Ranking ATP: i top e i flop del 2020