Us Open è querela, Bouchard si ritira.

Pubblicato il autore: Emanuela Bruco Segui

Tira una brutta aria presso la Federazione statunitense promotrice degli Us Open, che ha visto come protagoniste le nostre connazionali Pennetta e Vinci. La canadese Eugenie Bouchard, infatti, avrebbe fatto causa alla stessa Federazione per la commozione cerebrale a causa di una “grave ferita alla testa”  riportata dopo una caduta nello spogliatoio per la presenza sul pavimento di una sostanza scivolosa non identificata.

Eugenie+Bouchard+General+Views+Wimbledon+Opening+wprHTRnZ6rgx

Questo quello che si attesta dalla querela presentata dalla ventunenne canadese, trentanovesima nella classifica WTA. I danni fisici ed economici subiti dalla Bouchard l’hanno costretta a ritirarsi dagli Us Open e a dare forfait anche ai tornei successivi. Danni, stando sempre alla querela, che “sono stati causati esclusivamente dall’incuria e dalla negligenza” della Usta, che non ha mantenuto i locali in “condizioni di sicurezza e idoneità”, si sostiene nell’azione legale, senza precisare però l’entità del risarcimento danni richiesto. Ferita alla testa la Bouchard – che nel 2014 ha raggiunto il n°5, il suo best ranking – ha dovuto rinunciare al doppio femminile e al misto, oltre che all’ottavo di finale contro l’azzurra Roberta Vinci (poi arrivata fino in finale nel derby azzurro perso contro la Pennetta).
Dopo la caduta, la canadese di Montreal ha tentato di tornare a giocare la settimana scorsa a Pechino, ma ha poi dovuto abbandonare a causa delle vertigini. “Pensavo di essere pronta, ma i sintomi della commozione cerebrale sono tornati. Spero di essere pronta per la prossima stagione”. Le auguriamo una pronta guarigione.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: