ATP Finals: è Djokovic il Maestro del 2015

Pubblicato il autore: Valeria Rosa

Djokovic Finals 2015

ATP WORLD TOUR FINALS 2015 – Doveva essere lui il vero protagonista, e così è stato. Alla O2 Arena di Londra, questa sera, il grande tennis è andato in scena, perfettamente interpretato da due veri Maestri del gioco: Roger Federer e Novak Djokovic.
Provenivano dallo stesso girone e, a dire il vero, un anticipo di questo match lo avevamo già avuto proprio nella sfida di round robin, vinta dallo svizzero in due set. Impensabile che il serbo non andasse a caccia di una rivincita. Lui che dalla fine dello scorso anno domina la classifica e che ha intrapreso un 2015 praticamente perfetto.
E così è stato. Djokovic, solido e concentrato sull’obiettivo ci ha impiegato due set per ribaltare i pronostici che davano King Roger vittorioso in tre. Con il risultato di 6/3, 6/4 Nole ha concluso la stagione con il titolo di Master of tennis.

PRIMO SET – Sin dal primo gioco, lo svizzero ed il serbo hanno fatto capire a tutti che sul quel campo avrebbero fatto sul serio. Nel terzo game Djokovic è riuscito a strappare il servizio a Federer, rischiando solo una volta, nel suo turno di battuta successivo, di subire il controbreak. Nelle fasi centrali del set il tennista di Basilea ha giocato ad intermittenza, mettendo in mostra alcuni colpi che avrebbero fatto arrossire e tremare chiunque, ma commettendo diversi errori non forzati di rovescio. Dall’altra parte della rete, lo slavo non si è fatto intimidire e con grande solidità ha comandato la maggior parte degli scambi anche nell’ultimo turno di servizio di Federer, vincendo il parziale.

SECONDO SET – Ad aprire i giochi è Novak. Situazione di perfetto equilibrio per la prima parte del set. Sul 4/4, mentre il serbo saliva in cattedra, Federer è apparso stanco. Lo svizzero questa settimana ha messo in mostra un tennis veramente straordinario ed il pubblico lo ha sostenuto fino all’ultimo 15. Fatale a Roger è stato l’ultimo gioco di servizio. Sul match point per Djokovic ha commesso un doppio fallo, quell’unico doppio fallo di tutto l’incontro, ed ha consegnato la vittoria al serbo.

L’ottava sfida tra il tennista di Belgrado e lo svizzero ha chiuso la stagione 2015, che per entrambi è stata ottima. Roger ha dato continuità al suo lavoro con Edberg, Nole è riuscito a confermare i risultati dell’anno precedente e ad aggiungerne alcuni di rilievo.
Durante la premiazione è stato proprio Federer a parlare dei suoi successi: “Sono contento di giocare ancora a questi livelli. È stato un anno fantastico – ha confermato Roger -, ho amato ogni momento di questa stagione e ringrazio il mio team. Nole ha meritato di vincere oggi e per me questa è stata una settimana davvero perfetta“.
Anche Djokovic si è congratulato con lo svizzero: “Congratulazioni Roger, ti auguro un grande 2016 e buone vacanze con la tua famiglia“. Riguardo al suo 2015, il serbo ha dichiarato: “Sono molto orgoglioso, questa stagione è la più bella di sempre. Ho cercato di godermi ogni momento. Quando sei piccolo ed inizi a giocare speri sempre di vivere situazioni come questa“.
Nole si concederà un paio di settimane di riposo con la sua famiglia prima di tornare ad allenarsi per i primi impegni del prossimo anno.
Prima di alzare la coppa il pensiero del serbo è andato al suo allenatore, Boris Becker, che oggi compie gli anni: “Boris questo è il tuo regalo di compleanno, tanti auguri!“. E il tedesco non può che gioire, insieme al suo campione, per questa vittoria, la quarta di fila alle World Tour Finals.

  •   
  •  
  •  
  •