Torneo di Basilea: Federer batte Nadal in finale e sale al secondo posto in classifica ATP

Pubblicato il autore: saranicoli Segui

federer-nadal-finale-atp-basilea-2015
Si è chiusa al terzo set, con il punteggio 6-3/ 5-7/ 6-3 la finalissima dell’ATP di Basilea, che ha visto come protagonisti i due rivali da sempre Roger Federer e Rafael Nadal. Una vittoria che riporta lo svizzero al secondo posto della classifica mondiale.
Ecco di seguito le prime dieci posizioni aggiornate secondo l’esito degli incontri di ieri con relativi punti:
1. Novak Djokovic (15785 punti)
2. Roger Federer (8250)
3. Andy Murray (8070)
4. Stan Wawrinka (6585)
5. Tomas Berdych (4730)
6. Rafael Nadal (4630)
7. Kei Nishikori (4440)
8. David Ferrer (3945)
9. Richard Gasquet (2715)
10. Jo Wilfrie Tsonga (254)

Si è trattato del 34 esimo incontro fra i due ex numero 1 del mondo, Federer e Nadal, anche se era la loro prima volta a Basilea, torneo dove il tennista renano è di casa, non solo perché in Svizzera ha i natali, ma anche perché ha già disputato lì ben 11 finali, di cui le ultime 10 consecutive, con un bilancio di 6 partite vinte e 5 perse.
Quella di domenica 1° novembre, con Nadal, è dunque la sua settima vittoria in carriera in questo torneo, e solo l’11 esima vittoria su 34 partite disputate fino ad oggi contro il tennista maiorchino.
Una vittoria tutt’altro che scontata quella di Federer, che pur contando sul sostegno del suo pubblico, ha ritrovato, domenica, nel suo avversario di sempre, quella grinta che negli ultimi tempi era apparsa un po’ appannata.
Di finale da sogno, del resto aveva parlato lo stesso Federer in conferenza stampa venerdì scorso, come se presagisse l’alto livello di gioco cui hanno davvero assistito domenica i presenti.
Giornata memorabile dunque, fosse anche per il fatto che i due non si scontravano ormai da 22 mesi, facendoci forse un po’ dimenticare l’emozione di vedere in campo campioni di questa fatta. E la gioia più grande, per gli appassionati del tennis, quella di vedere Nadal tenere  testa all’avversario dall’inizio alla fine del gioco, dopo che invece era apparso un po’ giù di tono nei precedenti incontri con Gasquet e Dimitrov. Partita equilibratissima, dunque, che ha tenuto tutti col fiato sospeso fino all’ultima palla break.
Tanti complimenti pertanto a Federer, che con questa vittoria si aggiudica di nuovo il secondo posto in classifica ATP; ma complimenti anche allo spagnolo, che dopo tanto è tornato a brillare, cosa che fa presagire che nel 2016 sentiremo ancora parlare – e tanto – di lui.

  •   
  •  
  •  
  •