Djokovic omaggia Murray: “Sei un grande amico”

Pubblicato il autore: Andrea Sicuro Segui
djokovic murray
AUSTRALIAN OPEN, FINALE DJOKOVIC MURRAY: LA SINTESI Come da pronostico Novak Djokovic ha vinto l’Australian Open 2016. Sesto successo in carriera per il serbo, undicesimo Slam per lui (come Borg e Laver), che può così riprendere il cammino verso il Grande Slam che nel 2015 gli era stato negato da Stanislas Wawrinka a Parigi. Nulla da fare per Andy Murray, numero due al mondo (quinta finale persa a Melbourne, quarta contro Djokovic),che ha dovuto inchinarsi in tre set al serbo attuale padrone incontrastato della classifica Atp (tra i due rivali c’era una differenza data dal doppio dei punti). Il britannico ha poco da rimproverarsi se non per la gestione del dodicesimo game del secondo set quando, dopo essere stato indietro di un break, è riuscito a recuperarlo, restare aggrappato al match e poi, sul 5-6 ma 40-0 per lui e con il servizio a disposizione, non è riuscito ad assicurarsi il tiebreak ed ha perso la seconda frazione. Eppure, quando sembrava scivolato dalla finale, sotto anche nel terzo set 1-3, Murray ha voluto ricordare a tutti che in fondo lui non è propriamente un signor nessuno, ma che classe e talento albergano anche nel suo Dna, ed è riuscito a tornare in partita. L’equilibrio è durato fino al tiebreak quando il britannico ha incominciato con un doppio fallo. Episodio decisivo della contesa perché partire in svantaggio contro Djokovic equivale a giocare come se avessi sempre un match-point da annullare, una spada di Damocle insormontabile. Il serbo ringrazia poi anche per un successivo doppio fallo e in grande scioltezza e confidenza chiude i conti: 6-1, 7-5, 7-6 in poco più di due ore mezza. Verdetto giusto e inappuntabile.

Leggi anche:  Jasmine Paolini vince il suo primo titolo WTA

AUSTRALIAN OPEN, FINALE DJOKOVIC MURRAY: LE REAZIONI Dopo il match che l’ha incoronato re degli Australian Open, Djokovic ha voluto spendere parole di elogio per il rivale appena sconfitto. Un grande campione in fondo si vede da tante cose, dentro e fuori dal campo. Così Djokovic in premiazione: “Prima di tutto devo rendere omaggio a Andy e al suo team. Match duro, dura sorte stasera. Sei un grande campione, un grande amico, intensamente dedito a questo sport. Sono sicuro che in futuro avrai molte opportunità”. Andy Murray, sconsolato, ha abbozzato un sorriso, poi ha detto la sua ringraziando il pubblico di Melbourne: “Sono state settimane dure per me fuori dal campo” – ha detto accennando al fatto che aspetta per metà febbraio il primo figlio e che il suocero, Nigel Sears, è stato ricoverato in ospedale a Melbourne in seguito a un malore accusato durante un match della serba Ana Ivanovic, di cui è allenatore. “Ringrazio tutto il mio team”-ha continuato e poi, rivolto alla moglie con una smorfia di grande commozione: “Sei stata una leggenda nelle ultime due settimane, grazie davvero per tutto il tuo appoggio. Sarò sul prossimo volo per tornare a casa”. Applausi e standing ovation quindi. Per entrambi.AUSTRALIAN OPEN, FINALE DJOKOVIC MURRAY: GLI HIGHLIGHTS Di seguito il link che riporta agli highlights della sfida tra Nole Djokovic e Andy Murray, valevole per il titolo degli Australian Open 2016

Leggi anche:  Jasmine Paolini vince il suo primo titolo WTA

https://video.it.eurosport.com/tennis/australian-open/2016/video-djokovic-murray-gli-highlights-della-finale-degli-australian-open-2016_vid408008/video.shtml

  •   
  •  
  •  
  •