Lorenzi si aggiudica il Challenger di Canberra

Pubblicato il autore: Valeria Rosa Segui

Paolo Lorenzi Challenger Canberra
CHALLENGER DI CANBERRA – Un super Paolo Lorenzi è riuscito a battere Ivan Dodig in finale, conquistando il suo 17esimo titolo in carriera a livello Challenger. Con il punteggio di 6/2, 6/4 il senese si è aggiudicato il secondo scontro diretto con il croato, che nel 2012 aveva vinto l’unico precedente tra i due a s’Hertogenbosch.
Una vittoria di prestigio, quella di oggi, sia per il calibro dell’avversario, che per il morale. Per Paolo sarà fondamentale arrivare agli Australian Open con un titolo già all’attivo visto che ad aspettarlo a Melbourne ci sarà un primo turno che non sarà esattamente una passeggiata.
L’azzurro, n.69 in singolare del ranking ATP, dovrà vedersela sin da subito con Grigor Dimitrov, che oggi è stato sconfitto in finale all’ATP 250 di Sydney da Viktor Troicki. Lorenzi, grazie a questo risultato, potrebbe affrontare il bulgaro con un piglio diverso e tentare l’impresa.

IL MATCH – Sebbene, come detto in precedenza, l’avversario non fosse dei più facili, il tennista toscano non si è lasciato intimorire, ma soprattutto non si è perso d’animo dopo aver perso il servizio nel primo set. In questo parziale, delle otto volte in cui ha raggiunto la possibilità di strappare la battuta all’avversario, per 3 volte ha saputo essere decisivo.
Anche nel secondo set Lorenzi ha perso il servizio nell’unica possibilità di break concessa a Dodig, ma ha prontamente risposto riconquistando la battuta e strappandola nuovamente al croato.

Dodig, attualmente n.90, nell’ottobre del 2013 è riuscito a raggiungere la posizione n.29 in singolare, per poi dedicarsi al doppio. In questa disciplina il tennista di Medjurorje, in coppia con il brasiliano Marcelo Melo, ha raggiunto alcuni risultati molto importanti come la vittoria sulla coppia Marrero-Verdasco nel 2013 allo Shanghai Rolex Masters o la conquista del titolo al Roland Garros nel 2015 contro i gemelli Bryan. Da questi ultimi il brasiliano ed il croato sono stati battuti alle ATP World Tour Finals nel 2014. Ad oggi, Dodig, oltre a dedicarsi alla sua attività da singolarista, continua l’avventura come doppista in coppia con l’australiano Sam Groth, occupando la posizione n.12 del ranking.

Per Paolo Lorenzi questa è la 340esima partita vinta nel circuito dei Challeger. Un risultato così non può che essere attribuibile alla costanza, alla serietà e alla passione che questo ragazzo esprime sul campo da gioco durante i match e negli allenamenti. A 34 anni, il senese riesce ancora ad esprimersi al meglio e ad ottenere delle vittorie importanti anche a livello ATP, un evidente segno del suo carattere determinato, che fa di lui un esempio positivo per tutti coloro che si approcciano al tennis sin dalla tenera età. Per la nona volta in carriera Lorenzi parteciperà agli Australian Open, e pur partendo da sfavorito, cercherà di non concedere a Grigor Dimitrov una vittoria semplice. Non ci sono precedenti tra i due, si tratterà dunque del primo scontro che probabilmente sarà caratterizzato da una prima fase di studio. Capito l’avversario, il bulgaro potrebbe tentare l’attacco. La certezza è che, come sempre, Lorenzi lotterà senza lasciare nulla al caso e resterà con la testa in campo e sulle spalle fino all’ultimo punto dell’incontro.

  •   
  •  
  •  
  •