Open di Australia: passano la Vinci e Seppi. Out la Errani e Lorenzi

Pubblicato il autore: Ramona Buonocore Segui

Sara_Errani_(14360393498)La prima giornata di gioco per gli italiani all’Open di Australia si è aperta con un gusto dolceamaro: sono due infatti gli azzurri che  passano il turno e due quelli che si sono dovuti arrendere agli avversari.
Roberta Vinci ha brillantemente battuto l’austriaca Tamira Paszek per 6-4 e 6-2 in poco più di un’ora. L’atleta tarantina è stata brava ad allungare nel primo set dopo aver salvato tre palle break consecutive e, dopo aver primo il primo parziale, ha giocato con più sicurezza e disinvoltura, aggiudicandosi anche il secondo set con molto anticipo sulle previsioni.  Nonostante il caldo asfissiante la Vinci riesce a fare un buon gioco e ora attende la sua prossima avversaria, l’americana Irina Falconi, vincitrice contro la connazionale Anna Tatishivi.
«Non mi interessa aver giocato nel campo numero tredici e neppure ci ho pensato. L’unica cosa che mi sono chiesta è se il numero tredici mi avrebbe portato fortuna. A me i numeri dispari piacciono. Affronto questo torneo come tutti quelli che ho giocato dopo gli Us Open, senza esaltazioni, non mi sento di certo Highlander.» Questa la dichiarazione dell Vinci che ha poi continuato: «Di Melbourne mi piace molto il club che è fantastico. L’organizzazione è super efficiente. Anche il mangiare è molto buono: dai ristoranti in centro al mio caffè preferito da «Brunetti», al mangiare al club dove puoi trovare tutti i tipi di cucina. Non riesco a trovare nessun lato negativo.Non ho mai fatto previsioni su di me prima di un torneo, ma come favorite dico Serena e Halep».
Sorte diversa è capitata invece a Sara Errani che, pur non avendo un brutto sorteggio, si è fatta scavalcare in rimonta dalla russa Margarita Gasparyan. Nonostante l’atleta romagnola abbia tenuto bene il campo per un’ora abbondante, è stata sopraffatta dalla russa che l’ha battuta per 1-6, 7-5 e 6-1 in poco più di due ore. Probabilmente la causa della disfatta di Sara è da derivarsi ad un problema alla schiena.«Ho avvertito troppo la tensione e non saprei individuarne il motivo, già da ieri mi sentivo troppo nervosa e ho sentito un dolore al gluteo dopo il primo scambio».
E ad arrendersi sotto i servizi dell’avversario è stato anche Paolo Lorenzi, sconfitto per tre set da Grigor Dimitrov con i punteggi di 6-3, 7-6 e 6-3 per un totale di 2 ore e mezza di gioco.
Ed infine buone notizie per Andreas Seppi che ha superato il primo turno battendo il russo Teymuraz Gabashvili. In tre ore e quaranta minuti, l’atleta altoatesino ha battuto il rivale per 3-6, 7-6, 6-4,7-6. Nel secondo turno Seppi affronterà lo statunitense Denis Kudla che si è qualificato per l’abbandono sul campo del serbo FIlip Krajinovic.
Nella giornata di domani saranno tre gli azzurri al debutto: Fabio Fognini contro il lussemburghese Gilles Muller, Simone Bolelli contro lo statunitense Brian Baker e Marco Cecchinato contro il francese Nicolas Mahut.
Questa la dichirazione di Fognini«Tutto gira intorno a due parole: fiducia e salute. Credo nelle mie possibilità, appunto grazie all’applicazione che ci metto in allenamento. E sto bene fisicamente, per me e per il mio tipo di gioco è fondamentale. Quindi sono ottimista, ci sono le condizioni per disputare un buon torneo».

 

 

 

  •   
  •  
  •  
  •