Tennis WTA: la Errani vince a Dubai, 6-0, 6-2 in finale alla Strycova

Pubblicato il autore: MATTIA D'OTTAVIO Segui

Tennis WTA: la Errani si aggiudica il torneo Premier di Dubai (nono titolo in carriera, primo torneo Premier) al termine di una grande settimana per il tennis femminile azzurro. Dopo l’affermazione infatti di Roberta Vinci a San Pietroburgo, anche “Sarita” torna a vincere un torneo, esattamente un anno dopo l’ultima  vittoria a Rio De Janeiro. Finale senza storia: la tennista bolognese supera in poco più di un’ora di gioco Barbora Strycova con un netto 6-0, 6-2. Il primo set vola via in appena 27 minuti: la Errani domina sin dal primo gioco, costringendo con il suo gioco preciso e con molte variazioni a correre per tutto il campo l’avversaria. La Strycova prova a reagire accelerando il gioco, ma è molto imprecisa soprattutto con il dritto e non riesce ad impensierire la Errani nemmeno con il servizio. La tennista azzurra invece mette in campo il 90% delle prime e non concede nemmeno una palla-break alla tennista ceca, che da parte sua, al contrario, perde per ben tre volte il servizio perdendo a zero il set. Solo nel 2013 al torneo di Acapulco la Errani era riuscita a vincere un set per 6 a 0 in una finale contro la Suarez Navarro. Nel secondo set la Strycova prova a reagire, ma continua ad essere molto fallosa, sempre dal lato del dritto. A differenza del set precedente ha almeno a disposizione una palla break, sul 30-40 del quarto gioco, che le viene però negata dalla Errani che con tre punti consecutivi si aggiudica il game. La partita scivola via senza troppi affanni per l’italiana, che chiude al quinto match point la pratica. Sfuma la possibilità del secondo titolo in un torneo WTA per la ceca, che quindi resta ferma a quota uno, con l’affermazione del 2011 in Quebec. La Strycova resta anche relativamente bassa in classifica, al numero 41, abbastanza lontana dalla posizione numero 20, occupata nel marzo dell’anno scorso, in seguito alla vittoria conquistata in Fed Cup con la propria nazionale in finale contro la Russia, che in quell’occasione aveva potuto contare sull’apporto della capitana Maria Sharapova. Invece si chiude una settimana eccezionale per la tennista romagnola che ha giocato un gran torneo, che vedeva ai nastri di partenza ben quattro tenniste tra le top ten. In classifica WTA da lunedì la Errani tornerà al diciassettesimo posto, non troppo lontana rispetto alla grande amica Roberta Vinci, che sei giorni fa si è portata a casa il trofeo a San Pietroburgo ed è risalita fino alla decima posizione del ranking. Domani tocca a Francesca Schiavone chiudere quella che sarebbe una otto giorni da lasciare senza fiato per il tennis femminile azzurro. La “leonessa” incrocerà la racchetta con l’americana Shelby Rogers nella finale del torneo di Rio De Janeiro, che l’anno scorso aveva visto trionfare proprio la Errani. Dalla prossima settimana sia la fresca trionfatrice di Dubai, sia la Vinci saranno impegnate a Doha, dove se la dovranno vedere con un tabellone non molto semplice, dal momento che parteciperanno l’inaspettata vincitrice dell’Australian Open, la tedesca Kerber, insieme alle altre teste di serie Muguruza, Kvitova, Safarova, Radwanska e Halep.errani

Leggi anche:  Tennis, Ranking ATP: i top e i flop del 2020
  •   
  •  
  •  
  •