Maria Sharapova: gli sponsor Nike e Tag Heuer abbandonano la tennista

Pubblicato il autore: Alberto Pedrazzini Segui

maria sharapova

Sono passate pochissime ore dall’annuncio shock di Maria Sharapova, la quale ha reso pubblico nel corso di una conferenza stampa di aver fallito un test anti-doping a gennaio. Masha è stata trovata positiva al melodonium, un farmaco che da gennaio è stato inserito tra le sostanze proibite. La tennista lo utilizzava da moltissimi anni sotto il controllo del suo medico e non ha letto l’aggiornamento dei farmaci proibiti che le era arrivato dalla Wada. A distanza di poche ore da questa notizia è arrivata la decisione della Nike di lasciare Maria Sharapova. In realtà il termine usato dalla multinazionale americano è “sospensione” ma la parole corretta sembra essere “abbandono”. Ecco il comunicato stampa della Nike: “Siamo molto rattristati e sorpresi, abbiamo deciso di sospendere il nostro rapporto con Maria Sharapova fino a che la situazione non sarà chiarita”. Poche righe ma dense di significato quelle usato dall’azienda del celebre baffo”.

Nel frattempo è intervenuta sulla questione Jennifer Capriati. L’ex tennista è stata n.1 al mondo e ha centrato alla perfezione il problema: “Qual è il motivo di prendere un farmaco se non si è malati? Io non ho mai avuto una equipe medica pagata a peso d’oro che studiasse il modo di aggirare le regole. Chi fa queste cose dovrebbe essere privato di tutti i titoli vinti in carriera“. La Capriati ha detto cose giustissime: il problema non sta nel fatto che Maria Sharapova ha utilizzato un farmaco proibito da gennaio 2016, il problema sta nel fatto che utilizzasse un farmaco non perché stesse male o per prevenire malattie ma per migliorare le proprie prestazioni sul campo da tennis.

Anche Tag Heuer ha scelto la strada intrapresa da Nike. Il prestigioso marchio di orologi ha rilasciato la seguente nota:Stavamo discutendo il rinnovo del contratto ma visto quanto è successo è meglio aspettare“. Nike e Tag Heuer sono stati i primi sponsor a lasciare Maria Sharapova ma difficilmente saranno gli ultimi visto che nelle prossime ore ci si aspetta diversi comunicati stampa da parte di aziende di cui l’atleta russa è (o era) testimonial. Il tutto in attesa di sapere quanti mesi di squalifica saranno inflitti all’ex vincitrice di Wimbledon.

  •   
  •  
  •  
  •