Tennis, Roberta Vinci subito fuori a Kuala Lumpur

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

Roberta-Vinci-WTA-Brisbane-2016-Credit-Tennis-Photo-Network-2-720x540E’ durata solo 1 ora e 34 minuti l’avventura di Roberta Vinci al torneo di Kuala Lumpur in Malesia, l’azzurra ,testa di serie numero 1, è stata eliminata dalla giocatrice di Taipei Kai Cheng Chang, 25 anni, numero 153 del mondo, 5-7,6-2,6-1 il punteggio finale in favore dell’asiatica. Eliminazione che potrebbe avere davvero del clamoroso, ma non per come si è svolto il match, la Vinci è scesa in campo subito contratta, risentendo forse della fatiche di un inizio di stagione molto intenso per lei. Infatti la Vinci già a Doha aveva sofferto per un problema muscolare al polpaccio destro, problema che evidentemente non è stato completamente superato dall’azzurra. Nel primo set la Chang va avanti di un break per due volte, ma la Vinci con un sussulto d’orgoglio rimonta e finisce per vincere il primo set per 7-5. Nel secondo set c’è partita fino al 3-2  in favore della Chang, a questo punto la luce del gioco della tarantina si spegne definitivamente. La forte umidità di Kuala Lumpur ha poi influito sulla tenuta muscolare della Vinci, condizionando fortemente i movimenti delle tarantina sul duro campo in cemento malese. La Chang infila un parziale di 9 games a 1, conquistando il diritto di affrontare la turca Buyukakcay negli ottavi di finale. Per quanto riguarda la Vinci è stato davvero un peccato subire una così cocente eliminazione della prima settimana di permanenza nelle top 10 del ranking Wta. L’azzurra ora ha bisogno di riposo e allenamenti, per affrontare al meglio i tornei sul cemento americano dove ci saranno tutte le migliori giocatrici del mondo.
DOMANI TOCCA ALLA ERRANI.  La settimana del tennis azzurro non finisce qua, domani comincia il torneo di Monterrey con Sara Errani che affronterà nel primo turno la Rybaricova, la bolognese è testa di serie numero 1 del tabellone messicano. VENERDI’ C’E’ LA DAVIS. Nel weekend poi a Pesaro saranno di scena gli uomini in Coppa Davis contro la Svizzera, elvetici che saranno orfani di Federer e Wawrinka, quindi i ragazzi di Barazzutti hanno l’obbligo di portare a casa un match ampiamente alla loro portata, supportati anche dall’appoggio del pubblico marchigiano che affollerà le tribune intorno al campo in terra rossa indoor dell’Adriatic Arena.

Leggi anche:  Tennis, Ranking ATP: i top e i flop del 2020
  •   
  •  
  •  
  •