Wta Miami, impresa Bacsinsky, fuori la Halep

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

Simona-HalepAltra impresa in Florida di Timea Bacsinszky, che, dopo essersi presa gli illustri scalpi di Ivanovic e Radwanska, s’impone in rimonta anche su Simona Halep per 4-6 6-3 6-2,conquistando così la prima vittoria in carriera contro la rumena e approdando alla seconda semifinale personale in un torneo Premier, dopo quella raggiunta a Pechino lo scorso anno. Timea diventa così la prima giocatrice svizzera a raggiungere il penultimo atto di Miami dal 2001, quando era riuscita nell’impresa Martina Hingis. Delusione invece per la Halep, che non riesce a confermare la semifinale dello scorso anno e che paga i tanti, troppi gratuiti, specie di rovescio.
Il primo sussulto del match porta la firma di Halep che opera nel terzo game il break riuscendo a strappare la battuta alla svizzera dopo che quest’ultima aveva sciupato ben quattro opportunità di 2-1. Nel quinto gioco Bacsinszky salva una palla del doppio break che avrebbe ucciso la prima frazione, e poco più in là completa l’aggancio impattando sul 4-4. Al momento di tornare a mettere la testa avanti, tuttavia, la svizzera gioca un pessimo game alla battuta riconsegnando immediatamente il vantaggio nella mani di Halep. Chiamata a servire per il set sul 5-4, la rumena gioca con molta attenzione e dopo 45 minuti incassa – senza strabiliare – il primo set.
Nel secondo set lo spettacolo continua ad essere un assente ingiustificato ed, in compenso, aumentano notevolmente gli errori di Halep che permettono ad una Bacsinszky con una ritrovata solidità di fare corsa di testa. L’elvetica confeziona il break in avvio e scappa sul 3-0 prima e 4-1 poi. Nel settimo game la rumena si issa 0-30, poi con quattro errori marchiani permette alla svizzera di salire sul 5-2. Chiamata a servire per il set, Timea gioca il miglior game della sua partita ed alla occasione chiude per 6-3 la frazione (primo set vinto contro la rumena) pareggiando il computo dei set e forzando, dunque, la sfida al set decisivo.
Qui Halep continua a regalare, specie col rovescio: l’inizio traumatico di set costa alla rumena un doppio break di svantaggio, con la Bacsinszky che s’invola sul 4-0 e si porta ad un passo dalla semifinale. Nonostante una reazione di orgoglio della Halep, che riesce a risalire sino al 2-5, l’elvetica non trema al momento di chiudere, archiviando la pratica dopodue ore e mezzo di battaglia, e lasciandosi andare a lacrime liberatorie dopo il match point. Il successo odierno consente inoltre alla Bacsinszky di guadagnare due posizioni “virtuali” nel ranking mondiale, superando la Pliskova e momentaneamente la Kuznetsova (che potrebbe essere la sua avversaria di semifinale, qualora la russa si imponesse sulla Makarova) e salendo al numero 16. Solo in caso di vittoria finale del torneo la svizzera tornerebbe in Top10, scavalcando in tal caso di soli 5 punti la connazionale Belinda Bencic.

  •   
  •  
  •  
  •