Nadal: “Vittoria importante per la mia fiducia”. Wawrinka infuriato col pubblico

Pubblicato il autore: luigi gatto Segui

CgFded0WwAAHl5ME’ un Rafael Nadal raggiante e soddisfatto quello che si presenta in conferenza stampa dopo la vittoria per 6-1 6-4 sullo svizzero Stan Wawrinka. In conferenza stampa Rafa ha parlato della sua performance e di quella del suo avversario.

“Lui ha giocato bene ma forse io sono stato un po’ più bravo. Il secondo è stato un ottimo set da parte di tutti e due, forse lui ha fatto qualche errore in più forse perché gioca in modo più aggressivo, è normale fare più errori quando attacchi. Lui è un ottimo giocatore, è bravo su tutte le superfici indoor e non. Io ho difeso bene. L’importante è dare intensità e cercare di limitare gli errori e io sono stato bravo a realizzare questo sia ieri sia oggi. È importante questo per la mia sicurezza e per la fiducia e per continuare passo dopo passo. Avevo bisogno di tornare in semifinale

Leggi anche:  Tennis, Ranking ATP: i top e i flop del 2020

In semifinale Rafa sfiderà Andy Murray per la prima volta dopo la loro ultima sfida quasi un anno fa a Madrid quando lo scozzese in finale si impose per 6-3 6-2: “Posso farcela, mi giocherò le mie chance. Srà dura, lui è il secondo giocatore migliore ad essere in semifinale.”

Non sono mancati comportamenti frutto del nervosismo quest’oggi per Wawrinka, che ha chiesto all’arbitro di dire al ristorante attaccato al Centrale di non fare rumore. “E’ fastidioso – ha detto Wawrinka sull’accaduto – Ma fa parte di Monte Carlo. Ogni anno la stessa cosa. Normalmente non sono troppo disturbato da questo. Ma quando non giochi bene e non sei nel match ti può infastidire. Ma non penso questa sia stata la ragione per cui oggi non abbia giocato bene”. E poi la frecciata contro il pubblico: “Sono venuti qui a bere alcool o a vedere tennis?”

“Da 10 anni è così, sappiamo che non è una novità – ha invece detto lo spagnolo – La mia opinione è che il torneo non cambia per questo, quindi non è una cosa di cui parlare”.

Oggi è stato difficile per me – ha dichiarato Stan analizzando invece la partita – ho avuto problemi di concentrazione e a livello mentale. Devo lavorare su due o tre cose che voglio migliorare. Devo lavorare molto per migliorare.”

Nel match un po’ per il fatto che era indisponente un po’ perchè sembrava non al meglio fisicamente, non si è mosso come di solito fa nelle sue giornate migliori: “E’ stato un mese molto duro, ho lavorato tanto con Pierre [Paganini].”

Infine gli viene chiesto se Nadal sia il favorito per vincere il titolo visto che sia Djokovic che Federer sono usciti: “Non mi interessa. Sono fuori dal torneo ora. Spero solo che Roger, che è in buona forma, vincerà. Sta giocando bene ora. Per il resto non mi interessa.”

Si tratta dell’11esima semifinale di Nadal a Monte Carlo, dove ha vinto otto titoli. L’unica finale persa nel 2013 contro Novak Djokovic. Con questo tabellone è lecito pensare a vincere il torneo e quindi il primo Masters 1000 dopo quasi 2 anni (l’ultima volta a Madrid 2014): non concretizzare quest’occasione sarebbe un peccato

  •   
  •  
  •  
  •