Tennis, Fognini in semifinale a Monaco

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

fabio-fogniniFabio Fognini si è qualificato per il torneo Atp di Monaco di Baviera, Fognini, testa di serie n.5, era certamente favorito nel quarto di finale contro il lucky loser slovacco Kovalik. Fognini, che ha superato al primo turno la wild card tedesca Marterer e poi al secondo turno il kazako Kukushkin, nostro implacabile giustiziere ad Astana nel match di Coppa Davis perso 3-2 dal Kazakhstan e con il quale aveva perso due volte su tre, non ha perso neanche contro questo semisconosciuto Joseph Kovalik, 23 anni e n.139 del mondo, allenato dall’ex n.6 ATP Karol Kucera. Ma con Fognini non si può mai sapere, tutto dipende da come gli gira. Credo che – dopo aver approfittato del corridoio lasciatogli dal forfait della testa di serie n.2 Gael Monfils (finalista a Montecarlo dopo un gran ben torneo nel Principato) – potrebbe anche vincere il torneo. In semifinale non è però facile il suo compito contro il tedesco dal magnifico rovescio Kohlschreiber, vincente del “quarto” assai interessante contro il redivivo  argentino dai polsi fragili Juan Martin Del Potro (cui è stata assegnata una meritata wild card). Dalla metà alta del tabellone era difficile capire chi sarebbe arrivato in finale: c’erano tre giocatori che avevano tutte le carte in regola per farcela. Il belga Goffin, testa di serie n.1 che però ha perso contro uno dei tennisti più promettenti, il tedesco Zverev favorito n.8, e all’austriaco Thiem che ha battuto con qualche difficoltà il croato Dodig. Il terzo era appunto Zverev, che per in molti considerano non solo uno dei futuri top 10, ma addirittura un potenziale pretendente al trono di numero 1 al mondo. Per la Germania, che dai tempi di Becker e Stich negli anni.

Fognini può puntare alla vittoria finale a Monaco

A questo punto questo torneo lo possono vincere tutti. Non dimentichiamo che due dei più importanti tornei vinti da Fognini in carriera sono stati proprio tornei tedeschi, Stoccarda ed Amburgo, quando Fognini – che poi fece finale anche ad Umago – inanellò una serie di risultati che lo issarono al suo best ranking, n.13 ATP (il migliore mai raggiunto da un italiano dai tempi di Panatta e Barazzutti). Segnali incoraggianti di Fognini in vista degli Internazionali d’Italia, dove il tennista ligure non troverà Federer tra gli avversari.

  •   
  •  
  •  
  •