ATP Roma, Djokovic avanti col minimo sforzo: ‘Quarti con Nadal? Prima dobbiamo arrivarci’

Pubblicato il autore: luigi gatto Segui

IMG_20160512_120306
Esordio a Roma passato positivamente col minimo sforzo per Novak Djokovic. Il numero uno del mondo ha battuto non senza faticare il francese Stephane Robert per 7/5 7/5. Troppi errori e passaggi a vuoti per il serbo, quasi spaesato dal gioco sicuramente inusuale ma divertente di Robert, capace di non dargli ritmo. Nel primo set Nole brekka Robert per la prima volta nel match solo sul 6-5 che frutta la conquista della frazione. Robert non subisce per nulla il contraccolpo psicologico, anzi: strappa la battuta al numero uno del mondo sul 4-2, ma non riesce a tenere il servizio. Arriva il controbreak immediato che permette a Djokovic di tornare in partita e di far suo il match. In ottavi di finale giovedì nella sessione serale precisamente alle 19:30 sfiderà il brasiliano Thomaz Bellucci, vittorioso su Nicolas Mahut per 6-4 6-3.

Avanti senza problemi anche il numero 3 del mondo Andy Murray, che ha battuto Mikhail Kukushkin 6-3 6-3. Il britannico, che solo lunedì scorso ha annunciato la sua separazione dalla sua allenatrice francese Amelie Mauresmo dopo 2 anni di collaborazione, ha brekkato Kukushkin nell’ottavo gioco dopo una serie di break e controbreak. Nel secondo parziale Andy è stato più solido, non ha nemmeno una volta ceduto la battuta e in ottavi sfiderà ora il francese Jeremy Chardy, per poi, guardando piu’ avanti, sfidare Berdych o Goffin ai quarti.

“Oggi è stata una partita estremamente difficile per diversi motivi – ha dichiarato Djokovic, vincitore di 4 titoli a Roma (due nelle ultime edizioni) in conferenza stampa analizzando il match – Le condizioni erano molto difficili. Il giocatore che ho incontrato era imprevedibile con i suoi colpi. Ha un servizio veloce e può battere a 200 km orari. Non lo avevo mai affrontato e non è stato semplice ingranare la marcia. Ovviamente lui non aveva niente da perdere e anche il vento dava fastidio. Lui può giocare colpi molto piatti sia di dritto che di rovescio. Ha un ottimo drop e un buon anticipo. E’ un giocatore esperto che sta nel circuito da anni. E ha mostrato colpi davvero incredibili, sorprendenti, direi dal nulla. Non è stato facile per me trovare la strada giusta per la partita, ma penso di aver fatto bene rimanendo mentalmente nel match e combattendo sul suo tentativo di reazione nel secondo set. Quando contava di più, sono riuscito a farlo giocare un colpo in più.”

Se oggi batterà Bellucci e Nadal farà lo stesso contro Kyrgios, i due si ritroveranno ai quarti di finale per un incontro che promette spettacolo: ” Entrambi abbiamo per arrivarci – dice un cauto Djokovic – Perciò non credo che sia necessario parlare di questo adesso. Quando e se ci arriviamo, allora possiamo parlarne. E lo stesso per Parigi”.

Infine sulle basse aspettative di Federer per questo torneo, che ha dichiarato che non pensa di vincere il torneo, il serbo ha commentato: “Non lo so (se può vincere). E’ ancora nel torneo, per cui vi è un potenziale. C’è una possibilità che sia il suo anno. Quindi non so perché ha detto così, ma aveva probabilmente buona ragione per farlo”.

  •   
  •  
  •  
  •