Nadal batte Kohlschreiber e sfiderà Kyrgios: ‘Livello di tennis molto alto’

Pubblicato il autore: luigi gatto Segui

FB_IMG_1463044358229

Ottimo esordio per Rafael Nadal agli Internazionali BNL d’Italia di Roma. Lo spagnolo si conferma infatti un’autentica bestia nera per il teutonico Philipp Kohlschreiber, messo alle corde col punteggio di 6/3 6/3. Un livello di tennis alto per tutto il match. Nel primo set dopo una prima parte di set totalmente dominata dai servizi, Nadal approfitta della prima palla break a disposizione e strappa la battuta a Kohlschreiber, tenendo poi il servizio sul 5-3 (annullando una palla break) e archiviando il parziale dopo 45 minuti di gioco.
Anche nel secondo set il break di Nadal arriva sul 4-3: lo spagnolo recupera da 40-15 e a suon di rovesci brekka il tedesco. Le statistiche della partita confermano quanto di buono visto in campo da Nadal: 80% di prime in campo, 21 vincenti e 14 errori gratuiti.

“Molto soddisfatto – ha detto Nadal in conferenza – Penso di aver giocato a un livello molto alto in tutti gli aspetti. Il dritto lungolinea è un colpo molto importante per me. A Madrid mi è mancato. Ha funzionato alla grande stasera. Mi sono allenato bene in questi due giorni e ho cominciato molto bene il torneo.”

In ottavi sfiderà Nick Kyrgios. Per vincere, il piano di gioco è sempre lo stesso, “giocare bene. Se giochi bene hai buone possibilità. Se non giochi bene le chance sono molto meno, no? E domani è una partita difficile contro uno dei migliori giocatori al mondo”.

Si tratterà del secondo incontro tra i due. A Wimbledon 2014 si erano infatti affrontati e vinse Kyrgios in 4 set, ma li’ la superficie era diversa: “Su terra c’è un po’ più di tempo che su erba. Ha un grande livello ovunque, sa come giocare bene, sarà un ottimo test.”

Potrà Kyrgios raggiungere una finale Slam già quest’anno? “Non so, vedremo. Rimangono tre Slam. Il tennis non si basa solo sui Grand Slam, ed è in un’ottima posizione per salire al momento. E’ 11 o 12. Deve andare step by step, ogni volta che passa è sempre più vicino a poter vincere Slam e grandi tornei, e ha una buona chance quest’anno di finire in top 8. Questo sarà un anno fantastico per lui.”

La continuità è alla base dei progressi di Rafa: “Ho giocato alcuni tornei consecutivi bene, ad un livello adeguato. Un livello simile sempre, non alti e bassi. Ho giocato bene contro tutti. Questo mi rende fiducioso. ”

Le condizioni di Roma lo aiutano senz’altro: “E’ più facile per me giocare qui che a Madrid. Mi sento più a mio agio a livello del mare che in altura. Ma è vero che a Madrid allo stesso tempo ho giocato un ottimo torneo.”

Quest’anno Nadal ha raggiunto la finale di Doha dove è stato battuto da Novak Djokovic 6/1 6/2, mentre all’Australian Open Fernando Verdasco al primo turno lo ha sconfitto per 6/2 al quinto set. Non è andata meglio a Buenos Aires e Rio de Janeiro in cui si è fermato in entrambi i tornei in semifinale rispettivamente contro Dominic Thiem e Pablo Cuevas. Ad Indian Wells si è issato fino alla semifinale battuto da Djokovic, a Miami si è ritirato, ha vinto poi Monte Carlo e Barcellona e a Madrid ancora una semifinale sconfitto da Murray

  •   
  •  
  •  
  •