Serena Williams ancora Regina di Roma! Battuta Madison Keys

Pubblicato il autore: Raffaele La Russa Segui
Serena Williams trionfa a Roma
La regina è tornata!
Serena Williams vince gli Internazionali d’Italia per la quarta volta in carriera battendo la connazionale Madison Keys con il netto punteggio di 7-6 6-3 in poco meno di un’ora e mezzo e ribadisce la propria indiscussa superiorità nel tennis femminile.
Con questa vittoria Serena raggiunge il notevole traguardo del 70° torneo vinto intascando altri 432 mila euro circa del montepremi relativo al torneo romano e per la prima volta nell’anno 2016 vince un torneo – l’ultimo a Cincinnati ad agosto 2015 – dopo lo choc subito dalla storica sconfitta contro Roberta Vinci agli US Open 2015.
Con oggi, la Williams si porta a una sola vittoria dal record detenuto da Chris Evert di cinque vittorie, ma raggiunge al secondo posto la spagnola Conchita Martinez e l’argentina Gabriela Sabatini.
Vista la splendida forma e lo strapotere dell’americana è facile pensare che Serena aggiungerà anche questo record ad una straordinaria carriera.
Una nota di merito anche per la sua rivale di oggi, l’americana Madison Keys che, seppur battuta nettamente, ha dalla sua la giovane età è un potenziale tecnico di primissimo ordine. C’è da giurare che nei prossimi anni il circuito tennistico sentirà molto parlare di lei, che la sua impresa l’aveva già compiuta disputando un ottimo torneo nel quale in semifinale aveva battuto la quotatissima spagnola Garbine Muguruza.
Il primo set se lo è giocato alla pari con Serena e questo dato già deve far riflettere le avversarie sulle qualità tecniche della giovane Madison che comunque, da domani sarà numero 17 della classifica WTA.
Ricordiamo che prima dell’inizio del torneo romano, la Keys era numero 24 del ranking mondiale: da Roma la tennista americana classe 1995, rientra a casa oltre che con un cospicuo montepremi da finalista, anche con 7 posizioni in classifica guadagnati in un solo torneo.
C’è da scommettere che al Roland Garros la Keys reciterà un ruolo da assoluta protagonista.
Purtroppo per le avversarie, però, Serena Williams è di un’altra categoria.
Agli Internazionali di Italia non ha giocato un gran torneo e in alcuni frangenti è apparsa lontanissima dal suo miglior tennis visto negli ultimi anni.
Ciò nonostante ha vinto abbastanza facilmente e senza lasciare mai alcun dubbio su quale fosse l’esito finale del torneo che vedeva, quale nota di cronaca, una finale tutta americana che a Roma non capitava dal lontano 1970 quando una straordinaria Billie Jean King aveva battuto Julie Heldman.
Era successo una sola volta che Serena era arrivata a maggio senza aver vinto alcun torneo: correva l’anno 1998!
La trentacinquenne americana pare non voler mai abdicare: al suo cospetto le rivali sembrano di categoria inferiore e anche l’abbraccio finale con l’avversario odierna sembra significare che il tramonto per questa atleta sia ancora molto lontano da venire.
Roma del resto porta bene a Serena: qui aveva vinto nel lontano 2002 battendo in entrambe le finale la belga Justine Henin e poi nel 2013 contro Victoria Azarenka e nel 2014 contro Sara Errani.
Eloquente anche l’omaggio ai tifosi presenti sugli spalti ai quali si è rivolta, seppur con poche frasi, in italiano rivolgendo loro un Grazie a tutti, sono molto contenta oggi”.
L’attenzione del mondo tennistico ora si sposta al Roland Garros
  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Tabellone Atp Maiorca: Medvedev numero 1 del seeding, al via Travaglia e Caruso