Alexander Zverev: “Mayer ha vinto meritatamente. Sapeva cosa fare”

Pubblicato il autore: francesco agostini Segui

Alexander ZverevAlexander Zverev, luminoso talento tedesco, ha perso la finale del torneo Atp 500 di Halle contro Florian Mayer, suo connazionale. La sconfitta ha destato sicuramente scalpore perché il diciannovenne teutonico, all’inizio del match, era dato come sicuro vincitore. Qualcosa però è andato storto.

Alexander Zverev deluso ma sereno

Certo, perdere una finale non è mai una cosa facile. Se poi ti chiami Alexander Zverev, sei considerato il futuro del tennis e perdi contro Mayer (fino a ieri aveva vinto solo un titolo in carriera) la sconfitta brucia molto, molto di più. Il tedesco, però la prende con filosofia:
Ho servito peggio rispetto ai giorni precedenti e ho fatto dei doppi falli nei momenti importanti. Nel terzo set, quando mi ha brekkato, in pratica ho sbagliato quattro tiri e questo non può succedere. Lui ha giocato molto bene soprattutto nei momenti chiave e merita la vittoria. È stato un giocatore più forte e io penso di essere stato fortunato a vincere il secondo set. Pensavo che avrei avuto più opportunità nel terzo ma non è stato così… o meglio le ho avute ma non le ho sfruttate.” (Ubitennis)

Tattica di gioco sbagliata per Alexander Zverev

Il tedesco certo non sarà contento di aver perso la seconda finale di un torneo Atp nel giro di pochi giorni. La prima, infatti, era stata quella di Nizza (Atp 250 giocato su terra rossa), che aveva visto Alexander Zverev soccombere sotto il potente rovescio a una mano dell’altro golden boy del tennis moderno, Dominic Thiem. Mentre però con Thiem la sconfitta era preventivabile, di certo contro Mayer tutti si spettavano una sua vittoria, considerato anche il fatto che nel turno precedente aveva eliminato Sua Maestà Roger Federer. Riguardo alla finale, Alexander Zverev continua:
Penso di avergli lasciato fare molte cose oggi e non sono stato aggressivo come come nei giorni scorsi e, come ho detto, non ho servito bene. Anche Roger può essere fastidioso ma ieri la cosa l’ho gestita piuttosto bene… insomma quello che voglio dire è che lui merita di vincere perché e stato un giocatore molto più forte di me e sapeva cosa doveva fare.” (Ubitennis)
Rispetto a Nizza, il teenager tedesco ha avuto un atteggiamento fin troppo rinunciatario. Invece di essere aggressivo e giocare il suo tennis potente e piatto, Alexander Zverev si è posizionato troppo indietro rispetto alla linea di fondo. Questa errata scelta tattica ha permesso a Florian Mayer di fare quel che voleva, soprattutto le sue insolite palle corte di rovescio giocate a due mani. Zverev è andato su e giù troppe volte e ha perso energie sia fisiche che mentali; ha visto scivolare via il primo set, ha riacciuffato il secondo più per fortuna che per altro (ha annullato dei match point) e ha perso meritatamente il terzo. Insomma, la fisicità c’è, la tecnica pure: è l’intelligenza tattica che ancora manca. Ma a diciannove anni è normale che sia così. Il futuro se lo spartiranno lui e Thiem, su questo non ci sono dubbi, ma una vittoria di Florian Mayer in un 500 era più che giusta: era sacrosanta.

  •   
  •  
  •  
  •