Atp Challenger Caltanissetta, la finale è tutta azzurra: Lorenzi sfida Donati

Pubblicato il autore: Michele Digiugno Segui

tennis-paolo-lorenzi-fb-supertennis-800x533-800x533Sarà derby tricolore al “Challenger Città di Caltanissetta” fra il 34enne senese Paolo Lorenzi (n. 57 al mondo) allenato da Claudio Galoppini e il 21enne piemontese doc Matteo Donati (n. 262 al mondo) del coach Massimo Puci. Tra di loro 13 anni di differenza e più di duecento posizioni a favore di Lorenzi che sta vivendo una stagione magica vuole rientrare prepotentemente nei top 50. Partiamo, dall’alessandrino Donati che nel primo pomeriggio di ieri ha avuto la maglio sull’argentino Andreozzi, unico superstiste non italiano presente nel tabellone principale. Un dritto lungo linea e le braccia al cielo con uno sguardo verso il suo box. Così, Donati ha festeggiato la prima finale stagionale a livello challenger sconfiggendo in tre set Guido Andreozzi 4-6 7-5 6-2. Donati fino ad oggi ha vinto sempre in tre set le sue partite e tutte hanno avuto un unico comune denominatore, la grinta e la voglia di non mollare mai. Queste le sue dichiarazioni a fine match: “Partita durissima fin dalle prime battute, oggi faceva molto caldo. Le condizioni erano diverse rispetto ai precedenti incontri, in cui avevo giocato più tardi. Ho avuto un inizio di stagione complicato, caratterizzato da problemi alla schiena subito dopo l’Australia, ma non mi sono mai scoraggiato e pian piano ho ritrovato la condizione ottimale. Dedico questa finale a tutto il mio staff che nei momenti complicati mi ha sempre sostenuto”. La prima testa di serie a Caltanissetta dopo il forfait dello spagnolo Granollers, l’azzurro Paolo Lorenzi, grazie al successo ai danni di Alessandro Giannessi per 6-4 7-5 ha raggiunto Matteo Donati. Per la prima volta, da quando il torneo fa parte del circuito challenger, ci sarà un vincitore italiano a iscrivere il proprio nome nel prestigioso albo d’oro che annovera, tra gli altri, Robredo e Carreno Busta. Lorenzi nel secondo set si è trovato in vantaggio per 3-1 e con due palle break che però non ha sfruttato. Giannessi poi sul 5-4 in suo favore ha avuto una palla set, che però il senese ha annullato con un tocco sotto rete da manuale del tennis: “Sono molto contento di aver raggiunto la finale a Caltanissetta – ha detto il numero 57 al mondo – sto giocando molto bene e spero di proseguire su questa strada anche in finale contro Matteo che mi ha impressionato per come ha giocato la semifinale. Ritengo sia stato importante aver chiuso in due set la mia sfida contro Giannessi per preservare le energie in vista di domenica”. La finale, ingresso gratuito, verrà disputata nel tardo pomeriggio di oggi (ore 18) ed al campo principale di “Villa Amedeo” è previsto il “sold out” per un incontro che promette divertimento e tanto spettacolo. Tanti tifosi provenienti da tutta la Sicilia assieperanno la gradinata, in attesa di proclamare il vincitore della 18° edizione. Il super favorito rimane Lorenzi che lo scorso febbraio s’è già imposto in Australia nel challenger di Canberra, ma nel tennis come in qualsiasi altro sport, in una finale non c’è mai nulla di scontato. Le probabilità sono le stesse e il giovane Donati sogna di vincere il primo challenger della sua carriera dopo che in carriera ha già vinto cinque futures, l’ultimo contro il francese Tatlot nel 2014.

  •   
  •  
  •  
  •