Roland Garros: vince ieri Novak Djokovic la finale di Parigi contro Andy Murray

Pubblicato il autore: Arianna Salpietro Segui

djokovic-bacio-alla-coppa-foto
Vince ieri Novak Djokovic la finale di Parigi contro Andy Murray. Per il campione serbo arriva un successo che aspettava da tempo. Il cinquantesimo campione del Roland Garros supera l’avversario originario di Glasgow  3-6 6-1 6-2 6-4 nell’86esima edizione del torneo.

Nel primo set Murray ha cercato il miracolo scozzese con Nole che non aveva ancora schiacciato l’acceleratore, non è riuscito comunque a stare dietro al campione serbo che prende in mano le redini della partita non lasciando più spazio all’avversario numero due al mondo, che ha tentato di rimanere in partita, ma arriva il dritto che vale il terzo match point dopo 3 ore e 3 minuti.
Nole è stato superiore in anche in percentuali in prima (69% a 50%) e con i punti fatti con la seconda di servizio (59% a 41%). Sette le palle break trasformate su 14 contro le 3 su 10 di Murray. 41 vincenti e 37 errori per Nole, 23 vincenti e 40 errori per Murray.

Djokovic ha perso il primo set della partita, ma poi si è ripreso e ne ha vinti tre consecutivi. Con la vittoria di oggi, Djokovic ha ottenuto il suo primo Roland Garros in carriera, conquistando l’unico torneo mancante per il Grande Slam (Open, Roland Garros, US Open e Wimbledon) che non era mai riuscito a vincere fino ad ora, infatti, nelle ultime quattro edizioni era arrivato per tre volte in finale, ma aveva sempre perso, l’ultima volta avvenuta lo scorso anno, nel 2015, contro lo svizzero Stan Wawrinka.

Sono stati dodici i tentativi che ha impiegato Novak Djokovic prima di trionfare al Roland Garros: 2° turno nel 2005 (battuto 4-6 6-2 3-2 e ritiro da Guillermo Coria), quarti nel 2006 (Nadal 6-4 6-4 e ritiro), semifinalista nel 2007 (Nadal 7-5 6-4 6-2) e 2008 (Nadal 6-4 6-2 7-6), terzo turno nel 2009 (Kohlschreiber 6-4 6-4 6-4, quarti nel 2010 (Melzer 3-6 2-6 6-2 7-6 6-4), semifinalista nel 2011 (Federer 7-6 6-3 3-6 7-6), finalista nel 2012 (Nadal 6-4 6-3 2-6 7-5), semifinalista nel 2013 (Nadal 6-4 3-6 6-1 6-7 9-7), finalista nel 2014 (Nadal 3-6 7-5 6-2 6-4) e 2015 (Wawrinka 4-6 6-4 6-3 6-4), vincitore assoluto nel 2016 (Murray 3-6 6-1 6-2 6-4).

Novak Djokovic con tanta passione e disciplina è diventato il più forte tennista del mondo, ha realizzato prima  il suo “piccolo slam”, vincendo tutti i tornei Open uno dopo l’altro, ora il Grand Slam 2016 (vincere i quattro tornei dello Slam nello stesso anno), riceve la Coppa dei Moschettieri direttamente dalle mani di Adriano Panatta che trionfò ben quaranta anni prima.

Non voglio sembrare arrogante, ma nessun traguardo è impossibile!

Sono queste le parole di Nole, dato per favorito e a caccia di record. Il campione serbo ha conquistato ben 16.950 punti battendo il record precedente di 16.790 punti.

Entra nella storia del tennis il serbo, che ha vinto ieri il suo primo Roland Garros battendo per 3-6 6-1 6-2 6-4 lo scozzese Andy Murray e conquistando il Career Grand Slam.

Soprannominato Djoker, Djokovic occupa la prima posizione del ranking ATP da singolarista per un totale di 202 settimane. Considerato uno dei più grandi giocatori della storia del tennis tra il 2000 e il 2015, Nole è il quarto giocatore dopo Roger Federar, Pete Sampras e Rafael Nadal ad aver raggiunto la doppia cifra negli Slam con la vittoria degli US Open 2015. Insieme a Rod Laver è l’unico tennista nell’era open ad aver detenuto tutti gli Slam di fila. È allenato dagli ex tennisti Boris Becker e Mariàn Vajda; mentre per Murray è l’ottava finale Slam persa.

  •   
  •  
  •  
  •