UFFICIALE – Maria Sharapova squalificata per 2 anni

Pubblicato il autore: lorenzo caruso Segui

1459914486085


Ora è ufficiale, la stangata per la bella tennista Maria Sharapova diventa effettiva. Nello scorso mese di Gennaio, durante gli Australian Open, l’atleta era stata fermata a causa della positività al Meldonium.
Come prima conseguenza alla Sharapova verranno cancellati quelli che sono i risultati dell’Australian Open 2016, dove si era fermata ai quarti, prima che scoppiasse il polverone doping ed inoltre, come è giusto che sia, anche i punti conquistati nella classifica WTA nel corso di tale manifestazione, non verranno presi in considerazione.
Essendo la squalifica già di fatto, in parte scontata, dalla fine del mese di Gennaio, la Sharapova potrebbe tornare ad affrontare delle competizioni tennistiche al livello internazionale dalla giornata del 28 Gennaio 2018. Esattamente 2 anni dopo l’allontanamento dai campi da Tennis.
Dopo la sentenza, la risposta della Sharapova e dell’entourage vicino alla tennista non si è di certo lasciata attendere. Qui riportiamo il post condiviso sulla propria pagina Facebook ufficiale dalla stessa tennista russa:

Leggi anche:  Tennis, Ranking ATP: i top e i flop del 2020

“Today with their decision of a two year suspension, the ITF tribunal unanimously concluded that what I did was not intentional. The tribunal found that I did not seek treatment from my doctor for the purpose of obtaining a performance enhancing substance. The ITF spent tremendous amounts of time and resources trying to prove I intentionally violated the anti-doping rules and the tribunal concluded I did not. You need to know that the ITF asked the tribunal to suspend me for four years – the required suspension for an intentional violation — and the tribunal rejected the ITF’s position.

While the tribunal concluded correctly that I did not intentionally violate the anti-doping rules, I cannot accept an unfairly harsh two-year suspension. The tribunal, whose members were selected by the ITF, agreed that I did not do anything intentionally wrong, yet they seek to keep me from playing tennis for two years. I will immediately appeal the suspension portion of this ruling to CAS, the Court of Arbitration for Sport.

Leggi anche:  Tennis, Ranking ATP: i top e i flop del 2020

I have missed playing tennis and I have missed my amazing fans, who are the best and most loyal fans in the world. I have read your letters. I have read your social media posts and your love and support has gotten me through these tough days. I intend to stand for what I believe is right and that’s why I will fight to be back on the tennis court as soon as possible.

Love, Maria

P.S. My lawyer prepared a short summary of how the ITF process works so I thought I would pass it along to my fans so you too can be aware of what the ITF rules call for”

Andando a tradurre le parole della Sharapova, si evince il dispiacere per quella che sembra una sentenza esagerata dato che, stando alle parole dell’entourage di Maria, il contatto con la sostanza dopante incriminata, il Meldonium, sarebbe avvenuto in modo totalmente casuale, senza che l’atleta ne fosse al corrente.
La sentenza può essere ora appellata al Tas e stando a ciò che la Sharapova scrive non vi è dubbio sul fatto che le tenterà tutte pur di poter abbreviare la pesante squalifica.

  •   
  •  
  •  
  •