Errani-Vinci ripartono da Montreal con obbiettivo Rio

Pubblicato il autore: Michele D. Segui

Australia_Open_Errani_Vinci_22-U200433593701z0C--673x320@IlSecoloXIXWEB
Sara Errani e Roberta Vinci
tornano a giocare il doppio insieme alla “Rogers Cup” sul cemento canadese di Montreal.
La coppia azzurra torna a calcare i campi del circuito WTA dopo un anno e mezzo, e a un anno dall’ultima sfortunata sfida ufficiale insieme in Fed cup contro la Francia. Tutto in vista dell’impegno per cui le due nostre beniamine sono tornate insieme, ossia le Olimpiadi di Rio, che partiranno tra due settimane, il 5 Agosto.
Errani-Vinci è la coppia italiana più vincente di sempre, dall’alto dei loro 22 titoli  vinti in carriera.
Il sodalizio tra le due iniziò nel 2010, quando vinsero i loro primi titoli insieme a Barcellona e Marbella, seguiti l’anno successivo dalle vittorie a Hobart, Pattaya, palermo e altre 4 finali perse. L’exploit incredibile si ebbe all’Australian Open del 2012: partite da testa di serie n.11, le azzurre arrivarono fino all’atto finale, dove furono sconfitte da Kuznetsova-Zvonareva. Da li inanellarono nove finali consecutive, con 8 titoli, e arriva sulla terra Parigina del Roland Garros la prima vittoria di un titolo del Grande Slam, contro Petrova-Kirilenko. Proprio all’olimpiade di Londra arriva la sconfitta: le azzurre hanno un sorteggio sfortunato e perdono malamente ai quarti con le sorelle Williams, che sull’erba per le nostre due azzurre sono ingiocabili. Si riprendono subito vincendo il loro secondo slam , gli US Open, e arrivando al primo gradino del ranking, dove restano fino alla fine del 2014. Il 2013 parte subito con il terzo slam, con la Vittoria all’Australian Open, e altri tre titoli prima della sconfitta in finale al Roland Garros, la sconfitta al terzo turno a Wimbledon e ai quarti dell’us open contro le Willams. Ma è solo una difficoltà passeggera prima del magico 2014, dove vincono Australian Open e Wimbledon, centrando il Career Grand Slam, sesta coppia nella storia a riuscirci. Verso la fine dell’anno qualcosa si rompe: sconfitta agli Us Open e un master giocato male portano dei dubbi, tanto che dopo l’Australian Open del 2015, con una sconfitta al secondo turno, la coppia si scioglie. Tornano insieme solo per questioni di forza maggiore in Fed Cup, nel doppio decisivo con la Francia, e perdono malamente con Mladenovic/Garcia, da imbattute.
Sulla loro separazione si è detto di ogni cosa, al di la della ragione ufficiale, che era stata resa nota con un comunicato nel Marzo 2015 :”Ciao a tutti .Dopo una splendida avventura durata tanti anni che ci ha portato al raggiungimento di grandi traguardi abbiamo deciso di interrompere la nostra collaborazione. Sentiamo la necessità di fermarci e tirare un po’ il fiato” . Da li in poi si era parlato di litigate, di invidia, di voglia di una delle due di fare la singolarista a tempo pieno con l’altra che la bloccava, di fine di un’amicizia che sembrava granitica e che era proprio la loro forza, loro che si facevano chiamare le “cichis” ed erano sempre insieme sorridenti e in campo era proprio l’unione ciò che le rendeva più forti delle altre . Loro hanno sembre smentito e ora tornano insieme per cercare di riempire quel buco nel loro palmares, l’Olimpiade. Come detto a Londra, all’apice della loro crescita, trovarono ai quarti un’ostacolo insormontabile rappresentato dalle Williams e una superfice più volte indigesta, sopratutto a Sara Errani. Il 61 61 finale fù difficile da digerire, e adesso ci ritenteranno in terra Brasiliana, sperando con maggior fortuna.

  •   
  •  
  •  
  •