Highlights, Paolo Lorenzi vince il primo titolo Atp

Pubblicato il autore: Giulia Banfi Segui

Paolo Lorenzi
Paolo Lorenzi trionfa all’Atp 250 di Kitzbuhel battendo in finale il georgiano Nikoloz Basilashvili, n. 123 della classifica Atp. Un’impresa quella dell’azzurro che a 34 anni è riuscito a conquistare il suo primo titolo nel circuito sorprendendo tutti. Da Lunedì migliorerà anche in classifica, raggiungendo il best ranking.

Qui per vedere gli highlights:

Il tennista romano è arrivato in finale al torneo di Kitzbuhel superando: lo spagnolo Roberto Carballes Baena (6-2, 6-2), Jan-Lennard Struff (6-2, 6-7, 7-5), Gerald Melzer (7-6, 7-6), e infine Basilashvili con il punteggio di 6-3, 6-4. Un percorso iniziato con una buona partita dell’azzurro, poi due match più lottati in cui Lorenzi ha saputo gestire la tensione, e una finale dove è entrato in campo molto carico e pronto a prendersi finalmente quel titolo tanto sognato. Una vera sorpresa questa vittoria, ma la giusta ciliegina per una carriera iniziata più di 15 anni fa: Lorenzi entra tra i tennisti più longevi ad aver conquistato il primo titolo.

Dall’altra parte, il georgiano n. 123 Atp con 10 anni di meno deve anche lui ancora ottenere un titolo. In questo torneo ha affrontato: Lukas Rosol (6-4, 7-6), Igor Sijsling (6-4, 4-6, 6-2), Adam Pavlasek (5-7, 7-6, 6-3), Dusan Lajovic (6-3, 6-1).

Paolo Lorenzi professionista dal 1999, ha disputato la sua prima finale in carriera nel 2002, ma a livello Itf.. Nel 2003 ha iniziato a giocare tornei a livello Challenger con il primo match disputato a Recanati contro il connazionale Daniele Glorghini. Nello stesso anno si è imposto nella finale del torneo Itf di Valpovo in Croazia, conquistando così il suo primo titolo. Nel 2005 è riuscito a vincere ancora un titolo Itf: questa volta in Austria contro il greco Vasilis Mazaraki. Dopo un debole inizio nel 2006, si è ripreso arrivando in finale all’Atp Challenger di San Luis Potosi, ma esce sconfitto contro l’austriaco Rainer Eitzinger dopo un match lottato. Qualche mese dopo però sfata anche il tabù Challenger imponendosi nella finale di Tarragona contro Younes El Aynaoul.

Nel 2007, il salto di qualità nei tornei Atp: il primo che gioca è quello di San Paolo in Brasile dove si ferma alle qualificazioni. A Barcellona riesce poco dopo a superare anche le qualificazioni e arrivare al secondo turno grazie alla vittoria contro il connazionale Stefano Galvani. Nel 2008 partecipa per la prima volta al master 1000 degli Internazionali Bnl d’Italia, il torneo di casa per l’azzurro di Roma. L’anno successivo lo troviamo ai nastri di partenza delle qualificazioni del Roland Garros: qui riesce a passare il primo turno e ad arrivare fino al terzo, quello decisivo, ma viene fermato da Ilija Bozoljac. A Giugno del 2009 ottiene per la prima volta due titoli consecutivi a livello Challenger, quello di Reggio Emilia e quello di Rijeka.

Buoni risultati a livello Atp inizia a confermarli nel 2011, con il secondo turno del master 1000 di Miami dove viene fermato dal francese Richard Gasquet. Stesso risultato anche a Roma, dove però mette in difficoltà l’allora n.1 Atp Rafael Nadal, portandolo fino al tie-break nel primo set. Qualcosa inizia a sbloccarsi nella carriera di Paolo Lorenzi. Nel 2015 arriva anche la conquista dei primi quarti di finale a Quito in Ecuador contro Feliciano Lopez; confermato nell’anno attuale con la semifinale raggiunta superando il bad boy australiano Bernard Tomic.
Un anno più concreto con inediti risultati a cui si è aggiunto questo odierno del primo titolo Atp della carriera.

A ben 34 anni, Paolo Lorenzi ha eliminato tutte le sue paure giocando un ottimo torneo e coronando una carriera che finora l’aveva visto dietro le quinte.

  •   
  •  
  •  
  •