Classifica ATP, Lorenzi il migliore degli azzurri

Pubblicato il autore: Giovanni Romagnoli Segui

trionfo lorenzi

Settimana positiva per i tennisti azzurri che, escluse rare eccezioni, hanno visto netti miglioramenti nella loro classifica Atp. Paolo Lorenzi raggiunge il suo personale best ranking, superando in graduatoria tutti gli altri connazionali. Balzi notevoli anche per Luca Vanni, vincitore del torneo di Segovia e per Federico Gaio, trionfatore a Biella.
Perdono posizioni invece Fabio Fognini, Andreas Seppi e Simone Bolelli fermo da settimane per infortunio.
Analizziamo nel dettaglio la situazione dei primi italiani della classifica Atp che, ricordiamolo, è ancora dominata da Novak Djokovic fresco vincitore del torneo di Toronto (30esimo successo in un Master 1000).

Nr. 40 Paolo Lerenzi (Best 40): 1145 punti
Salito di un gradino rispetto alla scorsa settimana, Paolo Lorenzi non solo migliora di una posizione il suo best ranking, ma scalza Fabio Fognini dal gradino più alto del podio degli italiani nella classifica Atp scrivendo un nuovo capitolo della sua carriera che, come spesso accade con i tennisti azzurri, riserva nel finale le sue pagine più dolci.

Nr. 41 Fabio Fognini (Best 13): 1120 punti
Dopo le fatiche della Coppa Davis di Pesaro e l’exploit di Umago, non si poteva pretendere da Fabio Fognini che arrivasse fino in fondo al Master 1000 di Toronto. L’aver passato almeno il primo turno gli ha assicurato 45 punti, che gli sono serviti per tamponare i 300 in uscita di Amburgo, ma non per tenere dietro di sé Lorenzi che lo ha scavalcato. Per lui questa settimana uno scivolone di 8 posizioni.

Nr. 74 Andreas Seppi (Best 18): 730 punti
Non un momento particolarmente esaltante per Andreas Seppi che questa settimana aveva 180 punti da difendere della semi finale di Amburgo dello scorso anno. Per l’altoatesino nessuno torneo in entrata andando così in caduta libera con un passivo di 23 posizioni.

Nr. 113 Thomas Fabbiano (Best 98): 545 punti
Piccola flessione di 3 posizioni per Thomas Fabbiano che vede uscire i 15 punti dei quarti di finale di Biella e subentrare gli 8 di Cordenons. Considerato che in extremis è rientrato nella spedizione azzurra di Rio 2016 non crediamo che si straccerà le vesti per questa notizia.

Nr. 138 Luca Vanni (Best 100): 422 punti
Salto in alto di ben 32 posizioni per Luca Vanni che, complice anche una settimana dove non difendeva grandi capitali, mette in cascina 100 punti frutto della vittoria nel torneo di Segovia.

Nr. 144 Marco Cecchinato (Best 82): 411 punti
Marco Cecchinato è fermo per squalifica. Rispetto alla scorsa settimana perde 5 posizioni in classifica.

Nr 158 Federico Gaio (Best 158): 364 punti
Oltre al veterano del circuito Paolo Lorenzi, anche un altro italiano, di 11 anni più giovane, può sorridere per aver raggiunto il suo personale best ranking. È il caso di Federico Gaio che, grazie ai 110 punti incassati con la vittoria del torneo di Biella, abbatte per la prima volta il muro dei Top200 al mondo attestandosi addirittura in 158^ posizione, scalando in un colpo solo 55 posti.

Buon momento anche per Stafano Napolitano che con la semi finale di Biella è salito di 24 posizioni fino a raggiungere la 232^ che vuol dire, anche per lui, best ranking.
Miglior classifica di sempre anche per Edoardo Eremin che supera la barriera dei 300, arrivando, grazie agli 8 punti di Astana, in 291^ posizione.
Chiudiamo con una menzione particolare per il giovane classe ’97 Andrea Pellegrino che entra per la prima volta nei primi 500 al mondo con i 18 punti incamerati dopo la vittoria nel Futures di Gubbio.

  •   
  •  
  •  
  •