Olimpiadi Rio 2016: dopo Federer anche Wawrinka dà forfait, Svizzera nei guai

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
wawrinkaWawrinka sventola bandiera bianca, lo svizzero rinuncia alle Olimpiadi di Rio al via il 5 agosto, forfait che si unisce a quello di Roger Federer. Niente Rio quindi per i due fuoriclasse della racchetta svizzera, che nel giro di pochi giorni vede sfumare le speranze di medaglie olimpiche nel tennis. Wawrinka, numero 4 Atp, ha annunciato il forfait a tre giorni dalla cerimonia inaugurale di Rio per un infortunio alla schiena, che si è manifestato durante il torneo di Toronto, dove è stato eliminato da Nishikori in semifinale. Proprio la schiena è stata fatale, dopo aver messo fuori dai giochi per un po’ anche Re Roger. Il 31enne tennista svizzero è, a dire il vero, il terzo big elvetico a dare forfait, dopo Belinda Bencic, tutti infortunati. In coppia con Federer, Stan Wawrinka ha conquistato la medaglia d’oro nel torneo di doppio a Pechino 2008. Restano così due tenniste per la Svizzera: Timea Bacsinszky e Martina Hingis.
Gli esami cui si è sottoposto Wawrinka al ritorno da Toronto hanno evidenziato una lesione al dorso per la quale i medici gli hanno consigliato di interrompere l’attività. Wawrinka ha dato l’annuncio con queste parole: “Sono molto triste, andare a Rio era un obiettivo e questa esperienza alle porte mi scaldava il cuore. Dopo Pechino 2008 e Londra 2012 speravo di fare tris”. Con il ritiro di Wawrinka sono 5 i Top 10 che saltano l’Olimpiade: oltre a Federer ci sono state le rinunce (per paura di Zika) di Thomas Berdych, Milos Raonic e Dominic Thiem. Torneo di tennis olimpico sempre più povero di stelle, nota la defezione in campo femminile di Maria Sharapova, il cui caso verrà discusso solo a settembre, facendo saltare anche gli Us Open alla tennista siberiana.
Come ogni appuntamento olimpico si rinnova la polemica su quanto sia appropriato far disputare un torneo di tennis ai Giochi, che sui giocatori non hanno lo stesso fascino di un torneo del Grande Slam. Zika o non Zika il sogno di ogni tennista non è vincere l’oro olimpico, ma trionfare a Wimbledon o al Roland Garros.
  •   
  •  
  •  
  •