Tennis Rio 2016, come è andata la spedizione azzurra

Pubblicato il autore: Giulia Banfi Segui
Fognini vinci

Foto: Federtennis.it

Tennis, Fabio Fognini e Roberta Vinci sono gli ultimi azzurri ad uscire dal torneo di tennis Olimpico: come è andata questa spedizione.

Termina con il doppio misto la spedizione azzurra ai Giochi Olimpici di Rio, ieri durante la notte italiana la coppia Vinci-Fognini è stata eliminata dagli statunitensi Venus Williams e Rajeev Ram, dopo un match lottato nel secondo set (6-3, 7-5). Nel primo turno invece gli azzurri avevano battuto i francesi Kristina Mladenovic e Pierre-Hugues Herbert.

Ma Roberta Vinci e Fabio Fognini non sono stati gli unici a rappresentare l’Italia in questa Olimpiade, ancora in corso. La pugliese e il ligure che hanno partecipato non solo nel doppio misto, ma anche in doppio e singolare, hanno preso parte alla spedizione insieme agli azzurri Andreas Seppi, Paolo Lorenzi, Thomas Fabbiano, le azzurre Sara Errani e Karin Knapp.

Un resoconto di Rio per il tennis. La Vinci, la più alta in classifica, si è fermata al primo turno nel singolare, mentre ai quarti nei doppi: un match quello d’esordio contro Anna Karolína Schmiedlová che ha pagato forse un po’ di tensione, contro un’avversaria che ha concesso veramente poco. Archiviato subito il singolare, la concentrazione sul torneo di doppio sperava in una medaglia che purtroppo non è arrivata: dopo tanti traguardi, Grand Slam, trofei, la medaglia olimpica era quella che mancava ad un’ottima carriera insieme all’amica Sara Errani. Stop nei quarti per le Cichis contro le ceche L. Safarova/B. Strycova in un match quasi già vinto: tanto rammarico, ma un motivo in più probabilmente per continuare a lavorare in vista delle prossime, chissà.

Passando alla sua compagna di doppio Sara Errani, la romagnola ha stupito oltre le aspettative arrivando per la prima volta in carriera agli ottavi di finale nei Giochi Olimpici: nel primo turno ha battuto Kiki Bertens, mentre nel secondo Barbora Strycova, prima di essere eliminata da Darja Kasatkina. Anche nel doppio un risultato inedito per l’azzurra che sicuramente sperava in qualcosa di più in questa competizione, ma è comunque un buon risultato da portare a casa.

Fabio Fognini tra gli uomini invece ha fatto sognare nel singolare nel suo ultimo match, ma anche sperare nel doppio insieme al compagno Andreas Seppi. Nel match d’esordio il ligure ha affrontato Victor Estrella Burgos; nel secondo incontro ha sconfitto dopo una rimonta all’ultima palla il francese Benoit Paire; fino ad arrivare al match degli ottavi contro Andy Murray, dove nel terzo ha fatto sognare tutta Italia recuperando lo svantaggio e avvicinandosi alla vittoria contro il britannico.
Nel doppio invece insieme a Seppi si sono fermati nei quarti di finale contro la coppia canadese V. Pospisil/D. Nestor.

Proprio Andreas Seppi è l’altro azzurro che si è spinto almeno fino al secondo turno, dove ha però affrontato lo spagnolo Rafael Nadal medaglia d’oro nel doppio di questa edizione e semifinalista nel singolare.
Chi si è fermato al primo turno invece sono Karin Knapp eliminata da Lucie Safarova, Paolo Lorenzi sconfitto dal taiwanese Lu Yen-Hsun e Thomas Fabbiano battuto dal brasiliano Rogerio Dutra Silva.

Una spedizione che ha stupito per alcuni versi e ha lasciato l’amaro in alcune occasioni, come il singolare di Fognini contro Murray (ad un passo dall’impresa) e il doppio di Errani-Vinci contro le ceche. Ma le Olimpiadi sono anche questo, tra quattro anni chissà magari qualche sorpresa.

  •   
  •  
  •  
  •