Video, US Open 2016. Il solito Fognini litiga con giudice ed avversario ma passa il turno!

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui

iIl solito, “ingestibile”, Fabio Fognini. Il tennista ligure nel primo turno dell’ US Open ha dato ancora una volta spettacolo trasformando il match contro Teymuraz Gabashvili in un vero e proprio ” show ” con tanto di polemiche contro arbitri ed avversario.  E peccato che ancora una volta l’impresa del tennista italiano, capace di recuperare un match che sul due a zero per l’avversario sembrava essere ormai andato, passi in secondo piano rispetto alle “goliardate” di Fognini che continua ad essere , nel bene e nel male, uno dei protagonisti più discussi del circuito mondiale. Nel primo turno degli US Open è successo praticamente di tutto con Fognini più volte sull’orlo del baratro ed in grado, da campione, di “risorgere” e portare a casa il match non prima però di aver dato ancora una volta spettacolo per motivi “extra tennistici”.  Nel mirino di Fognini è finito nel quarto set un giudice di linea ed il suo rivale, “criticato” per il modo in cui accompagnava con la voce ogni suo colpo. Prima, invece, nel terzo set il tennista italiano dopo aver perso un combattuto scambio ha criticato Gabashvili urlando in italiano, più volte, ” Neanche l’Azarenka urla così”, riferendosi alle urla del suo avversario nell’accompagnare i propri colpi…

Il copione andato in scena ieri è stato uno di quelli già visti con Fognini protagonista assoluto. Il tennista italiano si è trovato sotto per due set a zero ( 6 – 7  3 – 6) contro Gabashvili prima di mettere in campo tutte le sue qualità che lo hanno portato a compiere una rimonta insperata.  Fognini nel terzo set si è trovato sotto 5 – 4 ma è riuscito a ribaltare la situazione trovando la vittoria al tie – break che ha riaperto il match.
Il momento cruciale della sfida è arrivato nelle fasi iniziali del quarto set quando Fognini ha dato avvio alla sua “battaglia” personale contro il giudice di linea  che ripetutamente  ha segnalato il fallo di piede del toscano.  Fognini, al termine del gioco gli passa vicino, gli toglie gli occhiali e glieli mette sulla testa.  Mossa questa che costa all’italiano il penalty point. Fognini sembra sul punto di mollare quando si trova sotto 5 – 3 ma è proprio nel momento di massima difficoltà che l’italiano libera la sua mente dal male e libera il suo braccio da qualsiasi remora per giocare il suo tennis migliore.  La rimonta sull’avversario si concretizza con un parziale di 10 punti a 1 che consente a Fognini di chiudere 7 – 5 in proprio favore il quarto set. Nel quinto set è una vera e propria battaglia di nervi e Fognini riesce a completare la sua strepitosa rimonta vincendo 6 – 4 il decisivo set  dopo 4 ore e 47 minuti di fuochi d’artificio. Ora per Fognini secondo turno contro lo spagnolo David Ferrer.

 

  •   
  •  
  •  
  •