Sharapova accusa: “L’ITF mi ha usato come esempio”

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
sharapova

Maria Sharapova

Maria Sharapova è una donna e un’atleta di nuovo felice, la riduzione della squalifica da parte del Tas per la vicenda meldonium ha restituito il sorriso alla tennista russa, che potrà tornare in campo ad aprile 2017. Ma la gioia per la decisione del Tas fa da contraltare all’amarezza per una vicenda che conserva ancora qualche lato oscuro. La Sharapova non ha perso tempo ed è andata subito in tv a chiarire ancora una volta la sua posizione:Quando ho ricevuto la lettera dell’ITF a marzo ero scioccata – ha confessato Maria – dopo 10 anni cui ho preso una sostanza totalmente legale ho pensato “com’è stato possibile che non l’abbia saputo? (che era diventata illegale, ndr)”» Sembra evidente da parte della siberiana che nella faccenda abbia avuto un ruolo fondamentale la cattiva comunicazione della federazione internazionale. La Sharapova rincara la dose:” «Nel corso dell’udienza a Londra ho parlato davanti ad una corte composta da tutte persone dell’ITF, l’ente che mi stava accusando, insomma non c’era nessuno di neutrale». «Non ho mai voluto crederlo, ma sto iniziando a pensare che mi abbiamo “usato” come esempio». Parole che sicuramente avranno un forte eco nel circuito internazionale sia Atp che Wta, dove l’argomento doping è spesso considerato tabù.
L’impressione è che tutto il caso che ha coinvolto la Sharapova sia stato condizionato da un’incredibile superficialità sia da parte della Federazione Internazionale che dall’entourage della tennista russa. Nell’epoca della comunicazione supersonica, è intollerabile che per una leggerezza del genere il circuito mondiale del tennis femminile debba rinunciare alla presenza di una delle principali interpreti. La squalifica della Sharapova terminerà a fine aprile 2017, poco dopo che la russa avrà compiuto 30 anni, lei che è nata il 19 aprile 1987, giusto in tempo per la stagione sulla terra rossa europea. Probabilmente la Sharapova potrà partecipare agli Internazionali d’Italia di Roma, uno dei tornei più amati dalla bella siberiana, che si è imposta al Foro Italico in tre occasioni, 2011, 2012 e 2015.

  •   
  •  
  •  
  •