[Video] History of Tennis: il colpo più bello di Roger Federer… è contro Andy Roddick

Pubblicato il autore: francesco agostini Segui

Roger Federer
Alcuni dicono che Roger Federer sia oramai sul viale del tramonto e forse hanno ragione. L’età avanza anche per il fenomeno svizzero e anche Roger non può sconfiggere gli anni che passano. Inesorabilmente. Ha combattuto mille battaglie, ha vinto tutto o quasi, ha segnato la storia del tennis con delle storiche rivalità per almeno un decennio. Tre su tutte: quella con Andy Roddick, all’inizio della carriera, con Rafael Nadal nel mezzo, e con Novak Djokovic alla fine. O, se proprio non vogliamo dire la fine, diciamo verso la fine. I miti, si sa, sono immortali.

Il colpo più bello di Roger Federer

Diciamo le cose come stanno: la vera rivalità c’è stata solo (e c’è ancora) con Novak Djokovic. Non è un segreto che tra i due non scorra buon sangue, anzi: ogni loro incontro è caratterizzato da una freddezza glaciale, così come sono sempre fredde e di circostanza le parole a fine partita. Con Rafael Nadal e con Andy Roddick, invece, la sintonia fuori dal campo è stata evidente a lungo. Certo, magari non si può proprio parlare di amicizia vera e propria ma di stima reciproca, beh, quella sì. Roger Federer non ha mai nascosto di ammirare profondamente un atleta come Rafael Nadal, considerato un rivale onesto e, sportivamente parlando, impeccabile. Ma spostiamoci un attimo dal piano caratteriale a quello più prettamente sportivo. Facendo due rapidi calcoli, la vera rivalità c’è stata solamente con lo statunitense Andy Roddick, solamente di un anno più giovane rispetto a Roger Federer. 1982 è la data di nascita dell’americano e 1981 quella dello svizzero, dunque solo un anno. Ed è proprio contro di lui che Roger Federer ha dato vita a uno dei colpi più spettacolari del tennis. Volete vederlo?
Eccolo qua:


Chi conosce un minimo il tennis sa benissimo quanto conti il fisico a livello atletico. Roddick e Federer avevano più o meno la stessa età, dunque il loro essere ‘rivali’ era, per così dire, ad armi pari. La stessa cosa non si può certo dire di Rafa Nadal e Novak Djokovic, molto più giovani dello svizzero. Nadal è un classe 1986, mentre Djokovic è un classe 1987. Alla luce di tutti i risultati raggiunti, dunque, si può ben dire che lo svizzero abbia fatto diversi ‘miracoli’ per competere con questi due tennisti estremamente tenaci e molto più giovani di lui. Nel tennis 5 o 6 anni equivalgono a metà di una carriera media, se qualcuno se lo fosse scordato. Roger Federer, invece, è riuscito a tenere botta egregiamente finché ha potuto, con tutti gli acciacchi e i malanni. In ultimo, quello del ginocchio. Nonostante questo, lo svizzero è comunque riuscito a raggiungere più volte la finale di uno Slam (Wimbledon su tutti) e a trionfare in un importante Masters 1000 come quello di Cincinnati del 2015. Ha raggiunto, sempre nel 2015, la finale a Roma, dove si è dovuto arrendere ancora una volta a Novak Djokovic in una finale senza storia.
E allora, viene da chiedersi: riusciremo mai a vedere ancora magie come quella contro Andy Roddick? Realisticamente… no. Ed è davvero dura da digerire.

  •   
  •  
  •  
  •