Fabio Fognini: “Punto a tornare in top 30”

Pubblicato il autore: luigi gatto

fabio-fognini-1
Fabio Fognini vuole tornare a recitare un ruolo da protagonista nel tennis che conta. Ecco quindi che l’obiettivo è risalire la china soprattutto in classifica, lui che è attualmente in 49esima posizione nel ranking mondiale: “Voglio ricominciare a lottare per posizioni di classifica importanti -ha detto Fognini intervistato dal Corriere della Sera a Milano – Non mi va di parlare di numeri: ho degli obiettivi, ma preferisco tenerli per me. Li so io, lo sa lui (il nuovo coach, ndr), e so che dovrò fare tanti sacrifici. Per ora punto a tornare fra i primi 30 del mondo”.

Fognini che ha anche cambiato sponsor d’abbigliamento, lasciando Adidas per Hydrogen, stesso sponsor di Volandri, Bolelli, Marchenko e Jaziri  “Sono felice che Hydrogen abbia creduto in me nonostante una stagione difficile sotto il profilo agonistico. Ho comunque giocato due finali ATP, vincendone una, ma l’infortunio che mi ha tenuto lontano dai campi per sette settimane e mezzo, in un periodo di buona forma”.

Parlando del nuovo coach, Fognini, che si è separato da Josè Perlas qualche settimana fa, ha confermato che sua moglie Flavia Pennetta non sarà la sua allenatrice: “Ci abbiamo scherzato un po’ su”, ha detto riferendosi ai post trabocchetto su Instagram. “L’accordo col nuovo allenatore non è ancora completo, stiamo definendo gli ultimi dettagli, ma entro la fine della settimana ne sapremo di più”.

Martedì pomeriggio è stato ospite della sua squadra del cuore, l’Inter, ad Appiano Gentile. Fognini che ha avuto l’opportunità di scambiare quattro chiacchiere sia con Javier Zanetti che con l’allenatore Stefano Pioli: “Avere nell’ambiente un uomo con esperienza nel calcio italiano fa bene, spero vada tutto bene – ha dichiarato Fognini intervistato da Sky Sport 24 – Mi ha fatto una bella impressione, speriamo raddrizzi la stagione, ne abbiamo bisogno”.

Parlando del derby di domenica scorsa, il ligure ha affermato: “Non ero riuscito a vedere prima l’Inter dal vivo in questa stagione per una serie di appuntamenti e di impegni e quindi la prima che ho visto è stata il derby. Bella atmosfera, sono cambiate molte cose dopo quanto successo in società”.

Più facile che raggiunga l’Inter la Champions o lui la top 10:“Dico che è più facile che i nerazzurri centrino il loro obiettivo, ma io sono stato vicino alla top 10 gli anni scorsi e ora riparto da un nuovo staff. Possiamo provarci.”

Josè Perlas che in una recente intervista a Punto de Break ha parlato dell’incapacità di Fognini di fare lo step finale per entrare in top 10: “Il fatto di non aver dato continuità a momenti di grande livello rimane una spina nel fianco… è un po’ particolare il mio percorso con lui. Normalmente quando ottieni grandi risultati, vuoi sempre ripeterli o anche migliorarli. Con lui è stato un po’ strano perché non è riuscito a mantenere quella carica necessaria per fare il passo successivo ed è lì che mi arrabbio: ci è mancato fare il salto per entrare in top 10, che è un obiettivo che mi pongo con tutti i giocatori che alleno. Potrebbe farcela nel 2017 migliorando i risultati nei Masters 1000 nei Grand Slam. Prima però bisogna salire in classifica, a Mosca ha dimostrato di poter essere in top 20. È questa la sfida che propongo, quella che mi sono sempre posto con lui.”

 

  •   
  •  
  •  
  •