Grandi novità nella classifica ATP

Pubblicato il autore: Giovanni Romagnoli Segui

Roger FedererDue grandi novità nella classifica ATP. Novità talmente grandi che potremmo definirle epocali. Già perché non è per nulla un azzardo chiamare così gli stravolgimenti che ha vissuto nell’ultimo aggiornamento la top 10 della classifica mondiale.

Da oggi in testa non c’è più infatti Novak Djokovic, ma Andy Murray, che, vincendo il “1000” di Parigi Bercy, ha scavalcato il serbo mettendo fine alla sua leadership che durava ormai da ben 223 settimane.

Non bastasse questo a destare l’attenzione, ecco un’altra novità, meno rumorosa, anzi, forse silenziosa, ma allo stesso tempo assordante. Che sarebbe successo tutti lo sapevano, c’era solo da capire quando, e quel giorno è arrivato. Roger Federer è fuori dalla top 10. Il circuito non vede i suoi eleganti ed efficaci colpi da troppo tempo, e quando a Luglio dichiarò di doversi fermare, saltando anche le Olimpiadi di Rio, tutti sapevano che sarebbe iniziato un inesorabile declino della sua posizione nel ranking. Se la tabella prevista verrà rispettata, nel 2017 tornerà in campo e con ogni probabilità inizierà la risalita, ma ad oggi i numeri dicono che è in 16^ posizione. La fine di un epoca? Tutti speriamo che Federer possa smentire quanti lo vogliono ormai fuori dai giochi che contano, certo però che vederlo dopo 14 anni lontano dalle prime posizioni fa un certo effetto. L’ultima volta che rimase fuori dalla Top 10 era infatti nell’ottobre del 2002 (736 settimane fa) quando si ritrovò in 13^ posizione. Se non è un cambio (o i prodromi) di un epoca questo.

Leggi anche:  Tennis, Ranking ATP: i top e i flop del 2020

Non bastasse la pausa di Federer, anche lo stop di Rafa Nadal (ora in 8^ posizione), ha contribuito a rendere questo momento particolarmente triste per i romantici del tennis che nell’ultimo decennio sono stati abituati (molto bene) al loro sano dualismo. Entrambi hanno dichiarato di voler tornare nel 2017 e di voler tornare per vincere, anche qualcosa di importante. I loro tanti tifosi lo sperano.

Passa così in secondo piano tutto il resto, anche se meriterebbero attenzione anche i best ranking del francese Gael Monfils (6°) e del croato Marin Cilic che fa un balzo di 3 posti e sale in 7^ posizione. Torna tra i primi 10 anche l’ex numero 4 Thomas Berdych.

CLASSIFICA ATP
TOP 10
1 (+1) Andy Murray(GBR) 11.185 punti
2 (-1) Novak Djokovic(SRB) 10.780 punti
3 (=) Stan Wawrinka (SUI) 5.115 punti
4 (+1) Milos Raonic (CAN) 5.050 punti
5 (-1) Kei Nishikori (JPN) 4.705 punti
6 (+1) Gael Monfils (FRA) 3.625 punti
7 (+3) Marin Cilic (CRO) 3.450 punti
8 (-2) Rafael Nadal (ESP) 3.300 punti
9 (-1) Dominic Thiem (AUT) 3.215 punti
10 (+) Thomas Berdych (CZE) 3.060 punti

Leggi anche:  Tennis, Ranking ATP: i top e i flop del 2020

Nella top 10 italiana nessun particolare movimento di rilievo. Al primo posto rimane Paolo Lorenzi che però perde una posizione (ora 40°), così come Fabio Fogni rimane il suo principale, e al momento unico, inseguitore. Il tennista ligure è stabile in 49^ posizione. Ultimo azzurro nella top 100 è Andreas Seppi che perde 4 posti scivolando così 90° nella classifica ATP.
Oltre i primi 100 piccoli passi avanti per Tomas Fabbiano (124°) e Marco Cecchinato (180°), mentre cede 5 posti Luca Vanni (195°).

CLASSIFICA ATP
TOP 10 Italiani
40 (-1) Paolo Lorenzi (ITA) 1.090 punti
49 (=) Fabio Fognini (ITA) 945 punti
90 (-4) Andreas Seppi (ITA) 665 punti
124 (+1) Tomas Fabbiano (ITA) 484 punti
140 (-1) Alessandro Giannessi (ITA) 428 punti
180 (+1) Marco Cecchinato (ITA) 319 punti
185 (-1) Federico Gaio (ITA) 312 punti
195 (-5) Luca Vanni (ITA) 280 punti
206 (+1) Matteo Donati (ITA) 263 punti
215 (=) Lorenzo Giustino (ITA) 243 punti

  •   
  •  
  •  
  •