Classifica ATP, Murray al comando ma Nadal sale e Federer torna nella Top10

Pubblicato il autore: Giovanni Romagnoli Segui
Federer torna nella top10 della classifica ATP

Federer torna nella top10 della classifica ATP

Come spesso avviene dopo uno Slam, la classifica ATP e WTA presenta molti cambiamenti. E così è avvenuto anche questa volta dopo gli Australian Open. Si perchè se l’attenzione di tutti gli amanti del tennis (e non solo) erano concentrate sull’epica sfida tra Nadal e Federer, non sono da sottovalutare anche le prestazioni di altri giocatori. Oltretutto qualcosa di buono si è visto anche tra gli atleti azzurri con più di un tennista che ha rimpolpato la propria classifica con un bel bottino di punti dopo la trasferta australiana.

Torniamo però un attimo a quello che è stato uno degli appuntamenti sportivi più ricchi di fascino degli ultimi 15 anni almeno. Il ritorno in un torneo dello Slam di Federer già era una notizia, la vittoria, in finale con Nadal, è stato un sogno, quasi un’utopia, per molti. Grazie all’inaspettato ma meritatissimo trionfo australiano, lo svizzero è tornato ad affacciarsi nella Top10 della classifica (dopo essere scivolato in 17^ posizione) mentre Nadal, che difendeva solo un primo turno (quello dello scorso anno perso con Verdasco), ha scalato tre posizioni in avanti, arrivando fino al sesto posto posizione. Considerando che Re Roger Federer è fermo da inizio luglio 2016 c’è da aspettarsi una seconda parte della stagione in continua ascesa. Se il campione svizzero, infatti, sarà lo stesso di quello visto in Australia, non farà fatica a difendere i punti conquistati e ancor più facile sarà migliorarsi da agosto in poi.
Si scambiano posizione invece Stan Wawrinka e Kei Nishikori, con quest’ultimo che cede gradino più basso del podio allo svizzero. Podio completato come ormai da diversi mesi da Andy Murray e Novak Djokovic, ancora primo e secondo nonostante un deludente torneo. Il vincitore (Djokovic) e il finalista (Murray) della scorsa edizione dello Slam australiano sono infatti usciti molto presto, al secondo turno il serbo e agli ottavi di finale il britannico.

Leggi anche:  Nadal risponde alla polemica di Pella: "Ci sono sempre lamentele quando si ha uno svantaggio, ma quando uno ha un vantaggio non si lamenta mai"

Tra gli italiani chi sorride maggiormente è Andreas Seppi, eliminato solo al quarto turno con Wawrinka dopo una battaglia persa sì in tre set, ma tutti al tie-break. Exploit che gli ha concesso di risalire in 68^ posizione, scalandone 21, riavvicinandosi così a Lorenzi (43°) e Fognini (48°) stabili.
L’essersi qualificati per il tabellone principale, nonostante il ko immediato al primo turno, ha fruttato punti anche a Fabbiano (131°) e Vanni (149°) saliti rispettivamente di 10 e 8 posti.
Più o meno stabile senza particolati movimenti di rilievo il resto della truppa azzurra.

Classifica Atp. La top 20 al 30 gennaio 2017

1. Andy Murray (GBR) 11540
2. Novak Djokovic (SRB) 9825
3.(+1) Stan Wawrinka (CHE) 5695
4.(-1) Milos Raonic (CAN) 4930
5. Kei Nishikori (JPN) 4830
6.(+3) Rafael Nadal (ESP) 4385
7. Marin Cilic (HRV) 3560
8. Dominic Thiem (AUT) 3505
9. Gael Monfils (FRA) 3445
10.(+7) Roger Federer (CHE) 3260
11. David Goffin (BEL) 2930
12.(-2) Tomas Berdych (CZE) 2790
13.(+2) Grigor Dimitrov (BGR) 2765
14.(-2) Jo-Wilfried Tsonga (FRA) 2685
15.(-2) Nick Kyrgios (AUS) 2415
16.(-2) Roberto Bautista Agut (ESP) 2350
17.(-1) Lucas Pouille (FRA) 2131
18. Richard Gasquet (FRA) 1975
19.(+2) Ivo Karlovic (HRV) 1875
20. Jack Sock (USA) 1855

Leggi anche:  Nadal risponde alla polemica di Pella: "Ci sono sempre lamentele quando si ha uno svantaggio, ma quando uno ha un vantaggio non si lamenta mai"

Classifica Atp. La top 20 degli italiani al 30 gennaio 2017

43. Paolo Lorenzi (ITA) 1042
48. Fabio Fognini (ITA) 980
68.(+21) Andreas Seppi (ITA) 725
124.(-1) Alessandro Giannessi (ITA) 484
131.(+10)Thomas Fabbiano (ITA) 446
149.(+8) Luca Vanni (ITA) 400
172.(+3) Stefano Napolitano (ITA) 326
178.(-3) Federico Gaio (ITA) 321
190.(-3) Marco Cecchinato (ITA) 294
216.(-6) Matteo Donati (ITA) 248
220.(-4) Lorenzo Giustino (ITA) 241
227. Riccardo Bellotti (ITA) 231
247.(+3) Salvatore Caruso (ITA) 211
265.(-3) Andrea Arnaboldi (ITA) 194
270.(-3) Filippo Volandri (ITA) 190
298. Gianluigi Quinzi (ITA) 165
307.(-1) Lorenzo Sonego (ITA) 162
310. Alessandro Bega (ITA) 160
327.(+2) Stefano Travaglia (ITA) 146
338.(-1) Gianluca Mager (ITA) 141

  •   
  •  
  •  
  •