Serena e Venus Williams in finale all’Australian Open 2017

Pubblicato il autore: Marco Picenni Segui

Australian Open 2017. Le due sorelle Williams conquistano la finale del primo Slam stagionale, imponendosi su Coco Vandeweghe (7-6, 2-6, 3-6) e Mirjana Lucic-Baroni (6-2, 6-1). Le Williams non si incrociavano in una finale Slam dal lontano 2003 quando, proprio a Melbourne, Serena era riuscita a battere Venus in rimonta, in tre set. Serena, peraltro, è l’ottava volta che si gioca il titolo in finale all’Australian Open e ci riprova dopo la sconfitta dello scorso anno contro Angelique Kerber.

Semifinale Australian Open. S.Williams – Lucic

Quello di Serena contro Mirjana è stato un match gradevole iniziato con la croata al servizio, la quale riesce subito ad accaparrarsi il primo game. Ma subito dopo esce dai blocchi di partenza anche l’americana conquistando game e break. Non basta la tenacia alla Lucic-Baroni dovendo fare i conti con un eccellente servizio della Williams grazie al quale in poco tempo riesce a portarsi avanti 5-2, aggiudicandosi poi anche il set.
All’inizio del secondo parziale è la Lucic-Baroni ad avere un occasione per il break, ma viene tradita da molteplici errori in battuta. A questo punto non c’è più stata partita, con una Williams che è riuscita a salvare e a rispedire al mittente le palle più incredibili, chiudendo la semifinale con un break come fatto anche dalla sorella.

Australian Open Semifinale. V.Williams – Vandeweghe

Nell’altra semifinale invece si sono fronteggiate Venus Williams e la connazionale Coco Vandeweghe. Si comincia con Venus che concede il break all’avversaria, la quale fin da subito sembrerebbe aver trovato le contromisure all’americana. E’ già nei primi games che il match si rivela molto avvincente, con la Vandeweghe che non sembra subire alcun timore reverenziale nei confronti della campionessa che si trova di fronte.
La partita prosegue come da copione, con le due giocatrici che non cedono mai il proprio game di battuta.
Tuttavia la prima a conquistarsi la possibilità di aggiudicarsi il set è ancora una volta Venus che ottiene il game del 5-4, ma la Vandeweghe risponde a tono lasciando la Williams con l’amaro in bocca e portandola al tie-break. Qui la Williams commette molti errori e la Vandeweghe ne approfitta aggiudicandosi il parziale con un vantaggio di 6 punti a 3. Il secondo set riprende come si era concluso il primo all’insegna della Vandeweghe fino a quando la Williams non decide di mostrare al pubblico presente quello di cui è capace. Poco a poco, Venus recupera terreno conquistato anche il secondo break dell’incontro e lasciando alla Vandeweghe solo la possibilità di prendersela con la propria racchetta oltre che con se stessa per aver concesso così tante chance alla connazionale.
La veterana coglie al volo il momento di difficoltà della giovane connazionale aggiudicandosi ben 3 games di seguito portandosi sul 4-1. A questo punto l’unica carta nel mazzo della Vandeweghe che la tiene ancora a galla è il servizio ma non sufficiente a frenare l’avanzata di Venus che conclude il set con il punteggio di 6-2.
Si arriva dunque al terzo in cui la Williams riesce ad ottenere immediatamente il break in apertura e il game del 2-0. Si procede fino al 5-3 per Venus. la Vandeweghe spinge ancora sul servizio ma ancora una volta, anche a causa della stanchezza, viene tradita da una delle sue armi migliori. Dopo il 40-40 è Venus ad andare in vantaggio per poi chiudere il match e dirigersi dritta dritta verso la sua 15esima finale slam in carriera.

  •   
  •  
  •  
  •