Tennis, Carlos Moya: ‘Nadal può tornare numero uno e vincere Slam’

Pubblicato il autore: luigi gatto Segui

Carlos Moya può essere la chiave della rinascita di Rafael Nadal in questa stagione 2017. L’ex tennista spagnolo è entrato a far parte del team di Rafa lo scorso dicembre, e sotto la sua guida i primi risultati si stanno già vedendo con il raggiungimento degli ottavi agli Australian Open.

Intervistato da El Mundo, Moya ha parlato di quanto sia stato importante per Nadal apportare un cambiamento nel suo team che non stravolge l’etica di lavoro e tutto il resto: “Per Toni (Nadal) e Francis (Roig) è fondamentale che io conosca così bene Rafa. Ci conosciamo da anni e ci siamo sempre trovati d’accordo. Credo che abbiano voluto aggiungere uno esterno, ma senza che fosse uno sconosciuto. Io conosco il mondo di Nadal, c’è una perfetta sintonia, anche con Toni.”

C’è un rapporto di amicizia molto stretto tra Moya e Rafa, che si conoscono praticamente da una vita e che hanno continuato a vedersi anche negli anni passati quando di tanto in tanto Carlos gli faceva da semplice sparring partner: “Nadal ha fiducia in me, e non solo a livello tennistico ma anche personale. Il nostro rapporto va oltre il campo, ci sono molte altre ragioni per cui siamo così amici. E Rafa ha sempre saputo cosa voglio che lui migliori. Bisognerà separare i ruoli e capire che lui da una parte è un mio amico, dall´altra sarò più esigente di nessun altro all’interno del team. Anche perché penso senza ombra di dubbio che giocherà ancora per molti anni. Ho fiducia in lui così come avevo fiducia in Raonic quando ho accettato di lavorarci. Penso possa tornare numero uno al mondo e conquistare titoli del Grand Slam vincendo di nuovo come prima. Parliamoci chiaro, questo è Rafa Nadal.”

Leggi anche:  Kyrgios sbotta contro Djokovic: "E' soltanto una marionetta". Accuse anche alla fidanzata di Tomic

Sarà fondamentale rimanere integri fisicamente, ha sottolineato Moya: “La cosa più importante è che giochi senza infortuni, che il fisico risponda bene. Rafa ha bisogno di continuità, di fiducia e di giocare senza avere problemi fisici. Se è in salute giocherà al meglio e tornerà numero uno.”

Avere fiducia ed essere tranquilli e forti a livello mentale sarà un ulteriore incentivo per fare bene: “Non credo che il suo calo sia stato a livello tennistico. Un tennista come Nadal non dimentica come si gioca a Tennis. Ma effettivamente, può darsi che abbia perso fiducia. Nella vita di un tennista ci sono partite che sono dei punti di svolta. Un match che perdi al tie-break del set decisivo, un match che avevi in controllo e che ti serviva per vincere il titolo… Aiutano a cambiare la tendenza, anche se possono anche avere un effetto contrario. Rafa ha perso alcune di quelle partite e questa fiducia è necessario. Sarà fondamentale vincere questi incontri.”

Leggi anche:  Kyrgios sbotta contro Djokovic: "E' soltanto una marionetta". Accuse anche alla fidanzata di Tomic

Parlando della sua collaborazione con Moya, Rafa ha recentemente detto: “Si tratta di qualcosa che crediamo possa aiutarci e a volte è positivo avere qualcuno da fuori che ci aiuti a fare cose diverse. Sono contento di allenarmi con Toni, Francis e Carlos. Stiamo facendo le cose giuste e stiamo lavorando molto duramente. Abbiamo la motivazione giusta per recuperare il livello che avevo prima dell’infortunio. Più di ogni altra cosa, lui è una brava persona e un buon amico. Per me è importante avere persone intorno a me e sono sicuro che loro vogliono il meglio per me. Non si tratta di soldi, è una collaborazione con qualcuno che conosce bene me e il mondo del tennis.”

  •   
  •  
  •  
  •