Tennis, Roger Federer: ‘Un modo speciale per festeggiare la mia 200esima vittoria contro top 10’

Pubblicato il autore: luigi gatto Segui


Se c’erano dei dubbi sulla condizione fisica di Roger Federer, la partita che lo vedeva opposto a Kei Nishikori li ha eliminati praticamente tutti, come confermato dal tennista svizzero alla fine della partita vinta in cinque set contro il tennista giapponese.

Roger era preparato mentalmente ad un match lungo e duro: “Pensavo che ci sarebbero state delle buone opportunità di andare al quinto set perché sentivo che entrambi avremmo giocato bene per due set ciascuno – ha detto Federer in conferenza stampa –  La domanda era quanto tempo avrei retto fisicamente. Non ho avuto problemi e ne sono felice.”

Non è stato un inizio di partita dei più semplici per Federer, che è andato subito sotto 5-1 nel primo set, recuperando fino al 6-5 prima che Nishikori interrompesse la striscia di cinque game persi consecutivamente portando il parziale al tie-break, che ha poi vinto per 7 punti a 4. “Non mi aspettavo giocasse così bene all’inizio – ha ammesso Roger – poi ho riordinato le idee e ho cominciato a giocare meglio.”

E così al primo torneo dopo sei mesi lui arriva ai quarti di finale, Nadal sfiderà domani Monfils, mentre Murray e Djokovic sono già fuori. “Se stiamo bene io e Rafa possiamo arrivare ai quarti – ha assicurato – Le sconfitte di Andy e Novak sono state una grande sorpresa, non avrei mai pensato che Mischa Zverev e Denis Istomin gli avrebbero battuti. È positivo per il tennis avere tanti ragazzi che credano di più ora in sé stessi contro i top players. Zverev probabilmente non si è mai sentito così bene in campo, sarà una partita difficile.”

La prossima partita sarà proprio contro Mischa Zverev martedì. “Probabilmente non si è mai sentito così bene su un campo da tennis, sarà un match duro. Abbiamo giocato due volte contro, ad Halle nel 2012 e a Roma nel 2010.”

Sicuramente Federer si presenta alla sfida bello rodato essendo reduce da due vittorie contro due top 10 come Nishikori e Berdych: “Sto giocando sempre meglio. Oggi per un lungo periodo di tempo ho dovuto riconcentrarmi e giocare bene. Se avessi dato a Kei tante opportunità, le avrebbe sfruttate. Ho servito alla grande, è stata questa la chiave. Nel quinto set mi sono sentito benissimo, anche alla fine del quarto mi dicevo ‘va bene andiamo al quinto, non c’è problema’. Ho giocato un tennis propositivo e aggressivo facilitato anche dal fatto che ora conosco le condizioni del campo e i rimbalzi. Quindi devo concentrarmi solo sulla tattica e sull’avversario.”

Quello contro Nishikori è il 200esimo successo su un top 10 in una carriera lunghissima che sembra non finire mai: “È grandioso. Non lo sapevo, magari domani me lo scordo (sorride, ndr). So solo che ho giocato e corso tanto. Ovviamente voglio giocare molto bene coi migliori. Ma stasera è stato sicuramente speciale senza alcun dubbio. Un gran modo per festeggiare questo raggiungimento.”

Federer che ha chiuso la partita con ben 83 vincenti a fronte dei 42 di Nishikori. Sono di più anche gli errori gratuiti per lo svizzero (47) contro i 32 del giapponese. Ottima la realizzazione dei punti a rete (29 su 44), mentre sono state 7 le palle break sfruttate su 18 per lo svizzero, che ha anche vinto 170 punti, 28 in più rispetto al suo avversario.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Tabellone Atp Maiorca: Medvedev numero 1 del seeding, al via Travaglia e Caruso