Coppa Davis, Italia avanti sull’Argentina con Lorenzi. Fognini dà forfait, il 2-0 arriva da Seppi

Pubblicato il autore: Giovanni Romagnoli Segui
Coppa Davis

Coppa Davis

Inizia sul velluto la Coppa Davis 2017 per i colori azzurri capaci di portarsi subito avanti per 2 a 0 sull’Argentina grazie ai successi di Paolo Lorenzi e Andreas Seppi.

È del toscano il primo punto che in meno di 2 ore 30 (2:26h) archivia la pratica Guido Pella. Tre set terminati tutti 6-3 in favore di Paolo Lorenzi, numero 1 della classifica italiana e n.43 di quelle mondiali che ha dunque la meglio sul più giovane sudamericano, classe ’90, attualmente in 84^ posizione ATP.
Un match a senso unico dove Lorenzi ha strappato per ben 6 volte il servizio all’avversario e cedendo solo in due occasioni il proprio turno di servizio. Tre set identici nel risultato, diversi forse nella forma, ma di certo non nella sostanza. Paolo Lorenzi ha giocato bene, meglio dell’avversario, soprattutto nei momenti chiave dell’incontro dove ha saputo tenere e chiudere quando c’era da farlo.
Non inganni il risultato -spiea Lorenzi- soprattutto i primi due set sono stati duri, qua fa davvero caldo. L’allenamento con Alessandro Giannessi, mancino come Pella, è stato davvero molto utile.

Meglio dunque non poteva iniziare l’impegno di Coppa Davis per gli azzurri anche se la scorsa notte un attacco di gastroenterite ha fermato Fabio Fognini che avrebbe dovuto giocare il match poi vinto da Andreas Seppi. Per il tennista ligure il medico dell’ITF ha prescritto una giornata di riposo.

Dicevamo di Seppi, chiamato a sostituire Fognini nel secondo match sulla terra rossa del Parque Sarmiento di Buenos Aires. L’altoatesino non ha fatto rimpiangere Fabio, anzi, ha dimostrato di essere ancora in forma dopo l’exploit nello slam australiano sbarazzandosi in 4 set di Carlos Berlocq.
Dopo una partenza razzo di Andreas che in poco tempo si porta avanti 6-1 6-2, Berlocq strappa subito il servizio al tennista azzurro ad inizio 3° set chiudendo poi 6-1 a proprio favore riaprendo così la contesa. Il 4° set prosegue sul filo dell’equilibrio fino a quando Seppi porta a casa il 5° gioco che vale il break infilando 4 game consecutivi fino al 5-2. L’argentino ha però uno scatto di orgoglio e il set arriva al tie-break che Seppi vince al 4° match point per 6-1 6-2 1-6 7-6(6).
Soddisfatto del suo tennis l’altoatesino a fine gara. “Da tanto tempo non giocavo così sulla terra battuta. Sono stato molto aggressivo fin dall’inizio, ho spingendo molto nei primi due set. Potevo chiuderla prima, ma va bene così”.

Strada in discesa per l’Italia che adesso per chiudere la pratica dovrà vincere uno dei restanti tre incontri. Il programma prevede per domani il doppio Seppi-Bolelli (anche se non è da escludere un rientro di Fognini) contro la coppia Schwartzman-Mayer e domenica i singolari Lorenzi opposto a Berlocq e Fognini contro Pella. Il doppio di sabato con inizio alle 16 e i singolari del giorno seguente a partire dalle 15.

Priva di molti uomini chiave (Juan Martin Del Potro su tutti) l’Argentina dovrà ora fare un’impresa se vorrà superare gli azzurri. Rischiano dunque di uscire prematuramente dalla Coppa Davis proprio i detentori del titolo.
La vincente della sfida tra Italia e Argentina se la vedrà ad Aprile (dal 7 al 9) con una tra Germania e Belgio che si stanno affrontando a Francoforte. Prematuro parlarne ora, ma per l’Italia sarebbe meglio con i tedeschi dato che la sfida si giocherebbe in casa.

  •   
  •  
  •  
  •