Tennis Roberta Vinci avanti a San Pietroburgo, Venus Williams KO

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
tennis vinci

Tennis Vinci avanti a San Pietroburgo

Tennis. Roberta Vinci si qualifica per i quarti di finale nel torneo Wta di San Pietroburgo, l’azzurra, detentrice del titolo, ha sconfitto negli ottavi la tedesca Andrea Petkovic. La tarantina, testa di serie numero 6, sempre molto a suo agio nel torneo russo, ha sconfitto la Petkovic per 6-4, 6-4 in 1 ora e 38 minuti di gioco. La Vinci parte molto forte nel primo set, portandosi sul 4-1, la tedesca tenta una reazione risalendo fino al 4-5. Roberta non perde la calma, va a servire e alla prima set conquista il parziale. Secondo set molto più equilibrato, con i servizi rispettati fedelmente fino al 4-4,  qui la Vinci gioca un game eccezionale, strappando il servizio all’avversaria e chiudendo con il servizio il match in proprio favore. Buona prestazione dell’azzurra che sembra essere tornata su buoni livelli di forma, dopo il brutto Australian Open. Nei quarti la Vinci affronterà Kristina Mladenovic che ha battuto in meno di un’ora Venus Williams, testa di serie numero 4 del tabellone di San Pietroburgo. 6-3, 6-1 il punteggio in favore della francese di origine serba che dominato il match dal primo all’ultimo punto. Una Williams forse in riserva dopo le fatiche dell‘Australian Open, dove ha perso in finale contro la sorella Serena. Nella giornata di venerdì a San Pietroburgo si disputeranno gli altri quarti di finale: Halep- Vikhlyantseva, Putintseva-Kutznetsova, Vesnina contro la vincente del match tra la Cibulkova e la Vekic.

Roberta Vinci esclusa dalla squadra di Fed Cup, esordio per Paolini e Trevisan

Roberta Vinci non farà parte della squadra di Fed Cup che affronterà la Slovacchia l’11-12 febbraio al Pala Galassi di Forlì sulla terra rossa indoor. La neo capitana Tathiana Garbin ha convocato le seguenti giocatrici: Sara Errani, Francesca Schiavone, Jasmine Paolini e Martina Trevisan. Per queste ultime due si tratta dell’esordio con la maglia azzurra in Fed Cup, al posto della Vinci e della ripudiata Camila Giorgi. La marchigiana è stata infatti squalificata per 9 mesi dal Tribunale Federale per aver rifiutato la convocazione per il match di Fed Cup con la Spagna dello scorso aprile. Inutile sottolineare che l’esito del match contro lo Slovacchia, priva della Cibulkova, dipenderà dalle condizioni della Errani, da tanto tempo lontana dai suoi migliori livelli di tennis. Un duro lavoro attende la Garbin, che raccoglie una nazionale con tante giocatrici sul viale del tramonto, con il caso Giorgi e con poche certezze, in bocca al lupo Tathiana.

  •   
  •  
  •  
  •