Schiavone, dopo la sconfitta in finale a Rabat: “Non sono finita, voglio crescere!”

Pubblicato il autore: Concetta Manuppelli Segui
La tennista Francesca Schiavone

La tennista Francesca Schiavone

Nel corso della recente intervista rilasciata a WTA Insider, la tennista Francesca Schiavone ha deciso di raccontarsi a cuore aperto e dalle dichiarazioni rilasciate dalla stessa Schiavone, è emerso il suo grande amore per il tennis e la voglia di rimettersi in gioco, nonostante il periodo difficile che ha dovuto attraversare. A tale proposito, la Schiavone ha affermato: “È fantastico per me. Significa che non importa quale numero sei, non importa la situazione della tua vita o l’età, puoi farcela. Queste sono le cose migliori che ho vissuto nell’ultimo mese. E poi il lavoro paga sempre. So di stare giocando un bel tennis, quasi spettacolare, come forse mai nella mia carriera, ma ora non sarebbe giusto dare una risposta sul futuro, non ci riesco, voglio godermi tutta la bellezza di questi mesi, prescindere dai risultati che arriveranno.”
La tennista si è mostrata, dunque, entusiasta per essere uscita dai brutti momenti che ha vissuto ed allo stesso tempo, soddisfatta per ciò che ha fatto e con la voglia di vivere pienamente e con spensieratezza il presente, senza pensare troppo al futuro.
La Schiavone, infatti, nonostante ha perso la finale a Rabat contro la tennista Anastasia Pavlyuchenkova, è fiera di se stessa, in quanto nell’arco di un mese è riuscita a piazzarsi in posizione numero 77 al mondo, trionfando al torneo di Bogotà e arrivando in finale a Rabat.
In riferimento al brutto periodo che ha passato, la Schiavone ha, inoltre, voluto sottolineare: “Ho passato dei momenti davvero difficili. Non riuscivo a vincere una partita. Nemmeno lanciando una monetina o giocando a carte con mia mamma. Quando perdi, perdi. Poi ho cominciato a trovare equilibrio con me stessa, equilibrio nella mia vita. Nuove motivazioni, nuovi sogni.”
Con queste dichiarazioni, la Schiavone ha voluto ribadire il fatto che grazie alla forza d’animo ed al ritrovamento di una stabilità interiore, c’è l’ha fatta ad uscire dalla spirale negativa ed a ritrovare nuovi stimoli per inseguire le proprie aspirazioni.
Sempre durante l’intervista concessa a WTA Insider, la Schiavone ha anche rivelato quello che è il suo obiettivo personale, dicendo: “Forse non ci crederai,a è crescere. Crescere significa oggi faccio questo domani faccio questo, il giorno successivo un’altra cosa. Solo step by step. Ma tu dici, sì ma hai 36 o 37 anni. Ma non è mai finita. È bellissimo, perché posso sentire sul campo che sto imparando tante cose. Non arrabbiarti, non fare cose senza senso, divertiti più di quello che dici. Prendi decisioni. Dici no quando è no, non dire sì quando è no. Questa è la vita, non solo per me. Per tutti.”
Dalle parole dette dalla Schiavone, è emersa chiaramente la sua voglia di migliorarsi costantemente e rimettersi continuamente in gioco, nonostante l’età (il 23 Giugno prossimo la tennista compirà 37 anni).
In merito alla questione dell’età, sempre nel corso dell’intervista la Schiavone ha detto chiaramente che non si sente affatto vecchia, anzi al contrario ha affermato: “Qual è il problema? Credono che sia finita per via dell’età. Ho visto atlete gareggiare fino a 40 o 42 anni e vincere medaglie d’oro.” Con questa affermazione, la Schiavone ha voluto sottolineare e ribadire il fatto che l’età non deve essere un ostacolo per la carriera di uno sportivo, in quanto nella storia dello sport ci sono stati atleti quarantenni che sono riusciti a raggiungere importanti traguardi.

  •   
  •  
  •  
  •