Tennis Atp Cincinnati 2017, trionfa Dimitrov !

Pubblicato il autore: MATTIA D'OTTAVIO Segui

Atp Kuala Lumpur
Grigor
Dimitrov ieri sera ha battuto nella finale del Master 1000 di Cincinnati per 6-3, 7-5 il “bad boy” del tennis Kyrgios al termine di una partita giocata meglio e con molti meno errori dell’australiano, apparso nervoso e lontano parente del tennista che ai quarti ha dato una lezione a Nadal, tornato al primo posto nella classifica ATP. È il settimo titolo in carriera per Dimitrov, che dopo un torneo ATP 500 e cinque titoli 250, si aggiudica un Master 1000, insomma un torneo che pesa davvero che gli permette di tornare nella top ten, come non accadeva da tre anni ormai. Ed era anche ora per un tennista con questo talento, sin dagli esordi “appesantito” dall’etichetta del baby Federer, ma sempre discontinuo e lontano da vittorie di prestigio.

La continuità Grigor l’ha trovata nel torneo dell’Ohio, che presentava numerosi assenti eccellenti ai nastri di partenza e sembrava essere preda di Nadal o al massimo di Zverev che arrivava dal bel trionfo a Montreal. Il tedesco, unico tennista degli anni 90 a trionfare in un Mille insieme a Dimitrov per l’appunto, ha fallito le attese uscendo prematuramente per mano di Tiafoe. In questa settimana il livello di gioco del bulgaro è rimasto sempre alto, pochi errori, bene con il servizio, efficace sia con il dritto che con il rovescio e nessuna sbavatura nemmeno quando ha provato ad aggredire a rete gli avversari. Piegati uno ad uno opponenti che in passato hanno sempre dato fastidio: al primo turno Feliciano Lopez, poi Del Potro, il giapponese Sugita, il beniamino di casa Isner e in finale Kyrgios si sono dovuti arrendere senza riuscire a portare nessun incontro al terzo, era troppo ghiotta quest’occasione per Dimitrov.

A 26 anni è arrivato un importante sigillo e potrebbe essere la svolta di una carriera mai decollata. Questo 2017 si era aperto con un ottimo cammino all’Australian Open che aveva sancito il ritorno in grande stile dei “vecchi” Nadal e Federer. Dimitrov  era arrivato in semifinale, si è dovuto arrendere soltanto al quinto set contro un Nadal mai domo, al termine di una partita stupenda con grandi colpi su entrambi i lati del campo. Poi però il buio, una pessima stagione su terra ed erba, dove sia Roland Garros che Wimbledon si sono chiusi prematuramente. Ieri finalmente l’esultanza per un titolo aspettato da tempo e la consapevolezza di poter arrivare in fondo allo Us Open, ultimo Slam stagionale. Dimitrov si è trattenuto a lungo nella conferenza stampa post-finale, ci ha tenuto a ringraziare Nadal dal momento che i due si sono allenati insieme alla Nadal Academy a luglio. Ed è sembrato davvero concentrato e già proiettato al futuro: «Mi aspetto questo tipo di risultato ogni volta. Devo dare il 100 % tutte le volte che scendo in campo, per me stesso, per il mio team. Questa è la mia priorità ora».

Adesso testa quindi agli Us Open, mancheranno Djokovic e Murray, ma forse il tennis ha ritrovato un nuovo protagonista, pronto a riconfermarsi e guidare gli altri talenti della Next Gen contro i terribili vecchi Rafa e Roger.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: