Tennis, Us Open 2017: quanti forfait, out Djokovic, Wawrinka, Nishikori e Raonic

Pubblicato il autore: Mimmo Visconte Segui

Quello che scatterà lunedì prossimo a New York, sui campi in cemento di Flushing Meadows è tradizionalmente ricordato come ultimo torneo dei quattro che compongono il grande slam del tennis mondiale. Sarà difficile dimenticare però, che l’imminente Us Open 2017, sarà pieno di assenze eccellenti. Daranno forfait infatti, due dei primi cinque tennisti delle classifiche Atp. Il serbo Novak Djokovic attuale numero cinque del Mondo, ed ex numero 1, per un infortunio al gomito destro, che lo tormenta dall’attesissimo e seguito championship di Wimbledon. Nole, ha già dichiarato che il suo 2017 agonistico è finito e di non poter più dare il massimo possibile almeno per ora. Se Djokovic è in difficoltà, Stanislav Wawrinka di certo non può ridere, perchè lo svizzero deve essere addirittura operato ad un ginocchio e tornerà in campo, il prossimo anno. Non è stata un caso infatti, l’eliminazione al primo turno sui campi in erba inglesi, contro il russo Igor Medvedev. La sconfitta era segno di un ampio problema fisico, che lo ha fatto desistere dal partecipare ai primi tornei sui campi veloci, per non sforzare e aggravare così il problema all’arto. Stan, ha raggiunto tre finali in questa stagione, vincendone una, ma perdendo le restanti due, al Roland Garros Indian Wells. Il numero quattro al Mondo, vuole risolvere il problema per tornare presto al top.
Non è un bel periodo nemmeno, per il giapponese Kei Nishikori, che si è fatto male in allenamento al polso destro, parte devastante e delicata per un tennista di livello, ne sa qualcosa Rafa Nadal. La kermesse newyorkese perderà anche Milos Raonic, il canadese di origine serba, ricordato per il suo servizio efficiente e veloce non sarà in campo, per lo stesso motivo.
Sarà in campo, anche se non al meglio della condizione, Andy Murray, lo scozzese pare aver recuperato dal precedente stop fisico. Roger Federer, nonostante i continui mal di schiena, parteciperà cercando di vincere il secondo slam consecutivo nel giro di un mese e mezzo. Il favorito però, appare Nadal, viste le grandi cose fatte vedere a Parigi, con il decimo trionfo complessivo sulla terra battuta francese, il maiorchino però spesso patisce le superfici veloci, anche se in questi ultimi anni, è diventato un tennista tuttofare vincendo un pò su tutti i campi, tornando in cima alle classifiche. Occhio alle sorprese, con in testa il bulgaro Igor Dimitrov, che ha già fatto molto bene, agli Australian Open, ad inizio stagione, vincendo anche a Cincinnati domenica scorsa, e al tedesco Alexander  Zevrev che ha incantato il pubblico del Foro Italico a Roma, lo scorso maggio, occhio anche a Dominic Thiem e ad un ritrovato Juan Martin Del Potro, anche se l’argentino sta faticando a tornare sui livelli di un tempo, dopo molteplici problemi fisici.  Insomma quest’anno l’attesa del pubblico è un pò meno febbrile e ci si dovrà consolare con le celebrità presenti a Flushing Meadows, comunque lo Us Open riscuote sempre un gran seguito, e chissà che Tom Querrey, non possa esaltare e caricare di adrenalina il pubblico di casa, dopo un Wimbledon oltre le aspettative, attutendo in parte, la malinconia del popolo tennistico americano per le tante star assenti.

  •   
  •  
  •  
  •