Infinita Venus Williams, battuta la Kvitova. L’americana di nuovo in semifinale agli Us Open

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
Venus Williams

Venus Williams, ancora una semifinale all’Us Open

Venus Williams, campionessa senza fine. Il suo largo sorriso a fine partita diceva tutto, Venus Williams è ancora una volta tra le magnifiche quattro di un torneo del Grande Slam. La maggiore delle sorelle Williams ha sconfitto per 6-3, 3-6, 7-6 la ceca Petra Kvitova mandando in visibilio il pubblico dell’Arthur Ashe Stadium. Una vittoria sofferta e fortemente voluta da Venus che sta vivendo una sorta di seconda, anzi terza giovinezza. A 37 anni compiuti la Williams è ancora tra le più forti giocatrici in circolazione. La conferma è data dal fatto che l’ex numero 1 del mondo sta disputando una stagione eccezionale. Dopo la finale di Wimbledon, persa con la Muguruza, rieccola in lotta per vincere il terzo Us Open in carriera. Venus non vince a New York dal 2001. 16 anni in cui la carriera e la vita della Williams è cambiata più volte. Dal 2011 la giocatrice americana soffre della sindrome di Sjogren, una malattia autoimmune reumatica, che le toglie energia, affaticandola e causandole dolori alle articolazioni. Questo disturbo sembrava il preludio al declino della Williams. Dopo un certo periodo di adattamento alla malattia invece c’è stata una continua risalita. Conferma ne è il fatto di aver vinto altri due Wimbledon, il suo torneo preferito, nel 2012 e nel 2016. La straordinarietà di Venus è data anche dal fatto che spesso è costretta a giocare contro avversarie molto più giovani di lei.

Cosa che avverrà anche in questo Us Open. In semifinale infatti la Williams giocherà contro Sloane Stephens, 13 anni meno di Venus. La Stephens ha battuto ieri la Sevastova in tre set, conquistando la prima semifinale in carriera in un torneo del Grande Slam. Williams-Stephens sarà un match meraviglioso per il pubblico americano, che dovrà dividersi tra la vecchia leonessa e la giovane tigre. Ci sarà un simbolico passaggio di consegne? Intanto sarò un’altra occasione per godersi Venus Williams, la campionessa senza tempo.

Us Open, dopo Venus Williams-Stephens ci sarà un’altra semifinale tutta Usa?

Venus Williams-Stephens è la semifinale della parte alta del tabellone femminile degli Us Open. Si potrebbe verificare un poker tutto a stelle strisce. Oggi infatti sono in programma gli altri due quarti di finale, con altre due giocatrici statunitensi in campo. Impresa difficile per la prima tennista americana in campo, Coco Vandeweghe, che sarà opposta alla numero 1 al mondo, Karolina Pliskova. In perfetta parità il bilancio dei precendenti tra le due giocatrici, con due vittorie per parte. Il pronostico pende dalla parte della Pliskova, ma la Vandeweghe avrà dalla sua il tifo del pubblico di Flushing Meadows.

L’ultimo quarto di finale in programma è quello tra Madison Keys e l’estone Kaia Kanepi. L‘americana è nettamente favorita, anche se la Kanepi ha giocato fino ad ora un torneo straordinario. C’è un unico precedente tra le due giocatrici, vittoria della Kanepi sulla terra rossa di Madrid nel 2015. Il pubblico dell’Us Open sogna una poker di semifinaliste tutto a stelle e strisce, sta alla Vandeweghe e alla Keys realizzarlo.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: