Tennis, US Open 2017: ai quarti Querrey, Anderson, Carreno e Schwartzman, torneo maschile con un finalista outsider

Pubblicato il autore: Massimiliano Gonzi Segui

Le sorprese non finisco nemmeno agli Ottavi di finale degli US Open 2017. Durante la notte si sono giocate le partite della parte bassa del tabellone maschile e femminile con alcune eliminazioni a sorpresa.

Iniziamo dal nostro P. Lorenzi, che lascia gli US Open dopo aver combattuto per circa 3 ore contro il sudafricano di origini americane K. Anderson, il quale porta a casa la partita in 4 set 6-4/6-3/6-7/6-4. Merita comunque un grandissimo applauso a Paolo per il traguardo raggiunto, che all’età di 35 anni continua a stupirci, raggiungendo per la prima volta gli Ottavi di finale di uno Slam.

Continua, invece, il percorso dell’americano S. Querrey (testa di serie n°17) che asfalta nettamente M. Zverev (testa di serie n°23) con un sonoro 6-2/6-2/6-1 in poco più di 1 ora. Fin dall’inizio non c’è stata partita, Querrey ha continuato a giocare il suo tennis veloce e il tedesco non è riuscito mai ad impensierire il suo avversario. Ora l’americano affronterà ai Quarti K. Anderson e ci aspettiamo una partita con pochi scambi e molti ace.
La Next Gen D. Shapovalov saluta tra gli applausi del pubblico gli US Open. Lo spagnolo P. Carreno Busta riesce ad imporsi in 3 tie-break con il punteggio, quindi, di 7-6/7-6/7-6 sul canadese, dopo che questo era in vantaggio 3-0 al terzo set, in una partita ricca di emozioni e di bei colpi. Sicuramente sentiremo parlare molto spesso di Shapovalov e speriamo di vederlo alle Next Gen Finals di Milano a Novembre.
Infine abbiamo la sorpresa del torneo D. Schwartman che prosegue il suo percorso e avanza ai Quarti di finale, battendo in poco più di 2 ore e mezza L. Pouille (testa di serie n°16) in 4 set 7-6/7-5/2-6/6-2 e affronterà al prossimo turno lo spagnolo Carreno Busta.
Purtroppo c’è da dire che fin dall’inizio del torneo, dopo il ritiro di A. Murray, la parte bassa del tabellone presentava uno squilibrio netto rispetto alla parte alta, di conseguenza vedremo in finale un giocatore che definiremo outsider, calcolando che l’unica testa di serie rimasta è proprio S. Querrey.Ma le grandi sorprese della giornata 7 vengono senza dubbio dal tabellone femminile.

L’americana, idolo di casa, V. Williams (testa di serie n°9) vince in 3 set 6-3/3-6/6-1 contro la spagnola C. Suarez Navarro in poco meno di due ore, raggiungendo per l’undicesima volta i quarti di finale degli US Open, dove incontrerà P. Kvitova (testa di serie n°13), la quale ha vinto contro la favorita per la vittoria finale, G. Muguruza (testa di serie n°13), in due set 7-6/6-3, sorprendendo tutti in una partita dove la ceca è riuscita a giocare il suo tennis e a farsi valere contro la spagnola.
Chiudiamo con l’altra sorpresa di giornata, M. Sharapova lascia il main draw dopo essere stata sconfitta da A. Sevastova (testa di serie n°16) 5-7/6-4/6-2. La russa, dopo aver vinto il primo set con qualche difficoltà, abbassa nettamente il suo livello di gioco, che non riesce più a ritrovare, e dopo aver perso anche la concentrazione, lascia gli altri due set alla sua avversaria, che accede per la seconda volta ai quarti degli US Open, dove incontrerà S. Stephens, che ha vinto sempre in 3 set contro J. Goerges (testa di serie n°30) con il punteggio di 6-3/3-6/6-1.Insomma abbiamo visto belle partite, ma nella giornata di oggi ci aspettano dei match ancora più accesi, tra cui J. Del Potro contro D. Thiem, Nadal-Dolgopolov e Federer-Kohlschreiber

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: