Next Gen Finals: Quinzi ci riprova con Shapovalov, ma l’azzurro è una realtà

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
Quinzi

Quinz, secondo match alle Next Gen Finals

Quinzi c’è, ma non basta con Rublev. Lottare fino all’ultimo quindici contro il numero 37 del mondo essendo oltre la 300esima posizione mondiale è sempre un merito. Ancora di più se si ha la pressione del pubblico di casa. Gianluigi Quinzi è piaciuto contro Andrey Rublev, nonostante la sconfitta. L’azzurro avrebbe potuto anche vincere, ma alla fine è venuto fuori la maggior esperienza del russo. Due ore di ottimo tennis del tennista padovano, giocato a ritmo forsennato. Quinzi è stato forse anche aiutato dalla superficie piuttosto lenta presente alla rassegna milanese, ma è stato capace di ribattere colpo su colpo. L’azzurro deve chiedere di più al servizio, fondamentale per abbreviare gli scambi. Soprattutto con un tipo come Rublev, che martella incessantemente da fondo campo. A 21 anni si può dire che sta iniziando la vera carriera di Quinzi. Dopo tanti problemi fisici e aver cambiato 11 allenatori, ora Gianluigi sembra davvero pronto per affrontare il tennis dei “grandi”.

Bilancio più che positivo della prima giornata delle Next Gen Finals, con partite ben giocate e quasi sempre in equilibrio. Nel primo match Medvedev ha battuto Khachanov in quattro set, così come Chung ha piegato nello stesso modo Shapovalov. Nel terzo incontro di giornata non c’è stata storia. Coric ha nettamente sconfitto lo spaesato Donaldson. Il pubblico milanese si è divertito, le nuove regole piacciono ma devono essere ancora assorbite da tutto l’ambiente del tennis. Si può dire che lo spettacolo visto in campo ha cancellato quello poco edificante visto al sorteggio. Meno male.

Next Gen Finals: Quinzi ci riprova con Shapovalov, il programma della seconda giornata

Gianluigi Quinzi torna in campo oggi. Il match dell’azzurro comincerà alle 19:30, avversario il canadese Shapovalov. Entrambi sconfitti nel match d’esordio hanno bisogno di una vittoria per sperare di andare in semifinale. Shapovalov è il più giovane dei giocatori presenti a Milano. Classe ’99, il canadese ha giocato male contro Chung e vuole assolutamente riscattarsi. Match tra mancini che si presenta molto interessante e spettacolare. L’azzurro cercherà di vincere per continuare a sognare la semifinale e dimenticare la sconfitta con Rublev.

Il programma odierno delle Next Gen Finals verrà aperto alle 14 dall’incontro tra Khachanov e Donaldson. L’americano deve cercare di rifarsi dopo il brutto esordio contro Coric. Chi perde è virtualmente fuori dai discorsi qualificazione alle semifinali. Alle 15-30 sarà la volta di Chung-Rublev. Incontro particolarmente interessante tra due potenziali vincitori della rassegna milanese. A detta di molti il coreano e il russo sono i due giocatori più in forma del momento, quindi ci si aspetta un grande partita. In chiusura sarà la volta di Coric-Medvedev, entrambi vittoriosi nella giornata inaugurale. Alle Next Gen Finals si comincia a fare davvero sul serio, sperando che la giornata sia tinta anche un po’ d’azzurro grazie a Quinzi.

  •   
  •  
  •  
  •