Roger Federer leggendario, a 36 anni torna numero uno Atp e scalza Nadal

Pubblicato il autore: Stefano Salamida Segui

XXX of ZZZ plays a XXXX in his/her first round match against XXXX of ZZZZ on day two of the 2018 Australian Open at Melbourne Park on January 16, 2018 in Melbourne, Australia.

La leggenda di Roger Federer continua ! Alla veneranda età di 36 anni e 6 mesi, lo svizzero torna al vertice della classifica ATP, diventando il più vecchio numero 1 di sempre. Scalza, così, il mitico Andre Agassi da questo primato, di cui l’americano era detentore fino ad oggi pomeriggio.

La partita di stasera, quarto di finale del torneo di Rotterdam, tuttavia, non è stata per nulla semplice; l’avversario di Federer, l’olandese Haase, è tutt’altro che riverente nei confronti del “Maestro”, e addirittura riesce nell’impresa di vincere il primo set per 6-4, contro un Federer probabilmente emozionato dall’idea di ridiventare Numero 1 del mondo.

Il secondo set si apre, però, con Federer avanti 2-0, segno che probabilmente Haase si sia adagiato troppo sugli allori, concedendo il break e 10 punti a 0 allo svizzero. In pochi minuti si è già sul 3-1 per Federer, mentre nel quinto game si assiste ad un duello più serrato che viene portato a casa dallo svizzero. Il Re sembra gestire bene il gioco del secondo set, infatti in avvio del sesto game si porta subito in vantaggio grazie a diversi errori, tra cui un doppio fallo di Haase, che consentono allo svizzero di andare sul 5-1. Si cambiano le palline ma la musica non cambia: servizio e smash vincente, volèe in allungo e altri splendidi colpi, conducono Federer in soli 20 minuti alla vittoria del secondo set, pareggiando così i conti.

Nel terzo set, Federer si porta subito in vantaggio, ottenendo subito due palle break. Con una splendida volèe di rovescio, lo svizzero riesce a portarsi sull’1-0. Haase sembra uscito definitivamente dalla gara, risultando troppo falloso, consentendo a Federer di raddoppiare e di tenere il proprio turno di battuta. Federer continua a macinare e n circa 10 minuti si ritrova sul 3-0. E’ la pietra tombale sulla partita. Roger Federer vola rapidamente verso il 6-1 e torna a sedersi sul trono dell’ATP, dopo quasi 6  anni dall’ultima volta.

 

  •   
  •  
  •  
  •