Internazionali di Tennis 2018, bocciato il progetto delle pre qualificazioni a Piazza del Popolo

Pubblicato il autore: A.P. Segui
BUENOS AIRES, ARGENTINA - FEBRUARY 15: Fabio Fognini of Italy takes a forehand shot during a second round match between Fabio Fognini of Italy and Leonardo Mayer of Argentina as part of ATP Argentina Open at Buenos Aires Lawn Tennis Club on February 15, 2018 in Buenos Aires, Argentina. (Photo by Marcelo Endelli/Getty Images)

Fabio Fognini – Foto Getty Images © selezionata da SuperNews

Le partite degli Internazionali BNL d’Italia, in programma dal 7 al 20 maggio 2018 a Roma, vedranno in campo i migliori tennisti del circuito (tra i top assenti solo Federer, concentrato sulla stagione sull’erba, e Murray, ancora alle prese con problemi fisici).

Negli ultimi anni l’organizzazione del torneo ha riscontrato un sempre maggior successo, testimoniato dagli oltre 450 mila visitatori e dai 225 mila biglietti venduti nell’ultima edizione (+48% rispetto al 2011).
Il grande seguito del torneo è dovuto anche al fatto che le partite si svolgono sui campi del Foro Italico, location tra le più suggestive dell’intero circuito, in cui si può percepire tutta la calorosa passione del pubblico romano. Per aumentare ulteriormente l’appeal delle partite e raggiungere un numero ancora maggiore di appassionati, ma anche di semplici curiosi, nelle scorse settimane si è parlato della possibilità di giocare alcune partite di pre-qualificazione in Piazza del Popolo. Lo stesso Angelo Binaghi, presidente Federtennis, in occasione della presentazione del torneo ha pubblicizzato questo progetto, ipotizzando l’allestimento di alcuni campi in quella che è una delle principali piazze della Capitale.

Nei giorni scorsi però la Soprintendenza, ha deciso di bloccare l’installazione dei campi e il conseguente svolgimento delle pre-qualificazioni in Piazza del Popolo, a causa dell’eccessivo impatto sulla piazza e conseguente inidoneità al carattere monumentale della stessa, necessitando inoltre di un innalzamento del livello di sicurezza.
Occasione persa per la grande innovazione e opportunità rappresentata da un match giocato in una location unica, o decisione corretta nell’ottica di salvaguardare il valore storico della piazza e garantire la sicurezza pubblica?!
(Federtennis è comunque al lavoro per rassicurare gli organi competenti riguardo la bontà del progetto).

  •   
  •  
  •  
  •