Alps Hockey League, ora è ufficiale

Pubblicato il autore: Gianluca Pirovano Segui

Alps Hockey League, ora è ufficiale.

potrebbe interessarti ancheSky – Eurosport: accordo rinnovato per tre anni, i dettagli dell’intesa

Gios_Andrea_FISG_q_31_5_2014
“Giornata molto importante per il prossimo campionato internazionale della Alps Hockey League, stagione 2016/17. Quest’oggi a Mosca, durante il congresso annuale della IIHF, e con l’autorevole presenza di Renè Fasel, Presidente della IIHF, è stata sottoscritta la convenzione per la costituzione della Alps Hockey League tra la Federazione Italiana Sport del Ghiaccio (FISG), in persona del Presidente Andrea Gios, la Federazione austriaca (OEHV) con il Presidente Dr. Dieter Kalt e la Federazione slovena (HZS) con il Presidente Matjaz Rakovec.
A questo punto l’Alps Hockey League, campionato che nasce sotto l’egida e l’approvazione della IIHF, si prepara fin da subito per la parte sportiva ed organizzativa. Al tempo stesso è stato definito il Board del nascente campionato. Il “chairman” è Peter Schramm (ÖEHV – Austria) mentre i rappresentati per le 3 Federazioni sono per la FISG – Tommaso Teofoli, per l’Austria – Dr. Alexander Gruber – e per la Slovenia – Dejan Kontrec”.

potrebbe interessarti ancheGiro d’Italia 2019, l’annuncio di Nibali: “Correrò sia al Giro che al Tour”

Recitava così il comunicato emesso dalla FISG il 21 Maggio scorso dopo il congresso della IIHF che aveva dato di fatto l’autorizzazione definitiva alla nascita della nuova Alps Hockey League.
Oggi, lunedì 30 maggio, si è tenuta in Via Piranesi a Milano, sede della FISG, la presentazione ufficiale di quello che ormai sarà a tutti gli effetti il futuro dell’hockey italiano di Seria A.
Presenti i tre rappresentati delle federazioni sportive coinvolte: Andrea Gios per la FISG, Dieter Kalt per l’OEHV e Matjaz Rakovec per l’HZS.
Sono stati illustrati durante la presentazione le regole e gli obbiettivi della futura lega che vedrà la luce nella stagione 2016/2017, anche se molte rimangono le incognite.
Ancora da definire il numero di squadre partecipanti. L’obbiettivo è al momento quello di inserire alcuni Team B di squadre già presenti in EBEL ed in KHL (Zagabria). Le italiane confermate sono Renon, Val Pusteria, Vipiteno, Gherdeina, Fassa, Cortina ed Asiago. Milano sarebbe accettata volentieri dagli organizzatori ma non ha dato per ora nessun segnale in questa direzione.
Discorso a parte per Valpellice che temporeggia ed ha emanato pochi giorni fa un duro comunicato contro i vertici federali chiedendo quanto segue:
1. Possibilità di partecipare al Campionato italiano di Serie A (avendone i diritti), senza dover necessariamente prendere parte al Torneo AHL;
2. Possibilità di partecipare alla Coppa Italia, di cui siamo gli attuali detentori;
3. Ricevere in tempi brevissimi tutte le informazioni ufficiali circa format del campionato, numero di partite, giornate di gioco, squadre estere partecipanti e regole precise per la composizione dei roster, per decidere a quale manifestazione sportiva partecipare con una squadra senior per la stagione 2016-2017;
4. Nel caso in cui la nostra società, sulla base delle risposte al punto precedente, dovesse scegliere di non partecipare alla AHL per la stagione 2016-2017, chiediamo garanzia di non perdere i diritti sportivi acquisiti sino ad oggi per poter prendere parte , in un futuro più certo, al campionato italiano di massima serie.
Il termine ultimo per l’iscrizione al campionato sarà il 15 giugno. Quattro invece il numero massimo di stranieri per questa stagione con l’obbiettivo di ridurli con il passare del tempo con l’obbiettivo di valorizzare i vivai locali. Nessun montepremi al termine della stagione per i vincitori.
L’ultima e più spinosa questione, quella dell’assegnazione del titolo nazionale, sarà risolta con una Final Four fra le quattro migliori italiane al termine della stagione.

notizie sul temaTiro con l’arco, Roma torna capitale mondialeBoxe: il 14 dicembre a Roma Premio Gemma e “WBC Pesi Medi”Bowling, Italia Campione del Mondo
  •   
  •  
  •  
  •