Risultati playoff Serie A Basket, Pistoia si arrende a Venezia, il tifo pistoiese non perde mai

Pubblicato il autore: Filippo Baldi Segui

Risultati playoff serie a basket, Pistoia Venezia,la cronaca.
In gara quattro dei quarti di finale Venezia sbanca il PalaCarrara meritandosi il passaggio del turno contro una Pistoia doma solo nei minuti finali. Inizio di primo quarto da incubo per i padroni di casa che subiscono, come in gara tre, subisce incredibilmente la partenza dall’arco a ritmi allucinanti di Venezia, che sfrutta sì la le mancanze della difesa pistoiese, ma mettendo comunque una percentuale di tiri da fuori irreale anche in allenamento. Gli uomini di Esposito accusano il colpo, toccano il meno quattordici sul 6-20, con il solo Petteway a predicare nel deserto dell’attacco Pistoiese, è però proprio la guardia statunitense a lanciare lo scatto d’orgoglio giusto che traina anche i compagni di squadra. Sotto di quattordici al quinto Pistoia per l’ennesima volta risolve e piazza un 17-8 sul finire di tempo che raddrizza un parziale che pareva già pendere pericolosamente dalla parte di McGee e compagni fissando il punteggio dopo dieci minuti sul 23-28. Nel secondo parziale le due squadre si affrontano finalmente a viso aperto e ne viene fuori un quarto di livello altissimo, in cui Pistoia si sblocca anche da sotto con Crosariol e Venezia che continua a martellare in maniera impressionante da fuori. Il quarto lo vince Pistoia si una sola lunghezza, il parziale rimane in favore degli ospiti che vanno negli spogliatoi sul più quattro 51-47.

Nel secondo tempo però la macchina offensiva pistoiese si blocca di nuovo, Venezia non dà neanche per un secondo l’impressione di cedere neanche un centimetro del vantaggio acquisito, i frombolieri veneti non mollano la presa sul match segnando più volte da tre con la mano del difensore in faccia e Pistoia sembra per la prima volta accusare in termini di energia il recupero messo in atto nel secondo quarto. Resa e compagni da parte loro trovano in questa gara quattro la miglior partita della serie e arrivano al trentesimo con 76 punti segnati, più di quelli messi a segno dalla maggior parte delle squadre finora passate dal PalaCarrara in quaranta minuti. Nell’ultimo quarto a Pistoia, indietro di dieci lunghezze, serve davvero un miracolo, e gli uomini di Esposito ci provano davvero, rientrando alla singola cifra di svantaggio, ma la scelta di De Raffaele di portare il play contro il centro pistoiese premia gli ospiti anche quando le percentuali dall’arco si fermano. Pistoia alza bandiera bianca solo negli ultimi due minuti, davanti ai quattromila del PalaCarrara tutti in piedi a tributare una standing ovation meritatissimo alla stagione pistoiese che si protrae anche dopo l’uscita dal campo dei giocatori. Finisce 79-92, Venezia va meritatamente in semifinale. Pistoia chiude un’altra incredibile stagione.

Risultati playoff serie a basket, la sala stampa:


De Raffaele

Partita giocata con gli occhi giusti per quaranta minuti, come al solito vincere a Pistoia è quasi impossibile, raggiungiamo la terza semifinale in tre anni ed è un grande risultato per la nostra società le la quale nulla è dovuto. Questo è un gruppo che sa adeguarsi, grazie ai nostri tifosi che ci hanno seguito per la seconda volta e ai tifosi di Pistoia, come sempre da brividi. Gli accorgimenti hanno pagato, ho scelto di mettere in campo un piccolo in più come McGee che ha fatto male a Pistoia e tenendo in tribuna invece Batista, che era alla quarta partita in otto giorni. Adesso arriviamo alla semifinale belli carichi anche se stanchi per questa serie che ci ha provato.

Esposito
Chiedere di piu era possibile, ma non sapevo più cosa chiedere a questi ragazzi. Sapevamo che per battere una squadra come Venezia andava fatta la partita perfetta che avevamo fatto due giorni fa. Per fare questo dovevamo avere l’energia e il router al completo. Alla fine abbiamo pagato l’energia che alla lunga nella serie è venuta mancare, oltre all’esperienza che non abbiamo nel nostro roster. Già aver avuto la disponibilità dei ragazzi a provarci nonostante tutto è una testimonianza di che uomini sono i miei ragazzi. Gli ho detto che questa non è una sconfitta, io mi auguravo di far migliorare questi ragazzi come squadra e ci sono riuscito

  •   
  •  
  •  
  •